Frieze Los Angeles 2020. Gallerie e prime anticipazioni sulla fiera che si terrà a Hollywood

Giunto alla sua seconda edizione, l’avamposto californiano del colosso fieristico inglese torna ai Paramount Pictures Studios, tra conferme e novità

Paul McCarthy, Daddies Tomato Ketchup @ Frieze Los Angeles, Projects
Paul McCarthy, Daddies Tomato Ketchup @ Frieze Los Angeles, Projects

“Dopo il successo del lancio di Frieze Los Angeles nel febbraio 2019, siamo lieti di tornare nei Paramount Pictures Studios per la nostra seconda edizione. Daremo il benvenuto alle grandi nuove gallerie in fiera, da Bruxelles a Città del Capo, da Città del Messico a New York, oltre a una serie di curatori eccezionali che creeranno una programmazione innovativa”. Con queste parole il global director di Frieze Victoria Siddall anticipa la seconda edizione di Frieze Los Angeles, la rassegna nata dal colosso fieristico Frieze Art Fair che, dopo Londra e New York, lo scorso anno per la prima volta è sbarcata nella Città degli Angeli, trovando casa nei mitici studi hollywoodiani della Paramount. Un’edizione, quella dello scorso anno, che ha incuriosito e attirato pubblico e critica, complice anche una sezione particolare della fiera, Frieze Projects, che ha visto sculture, performance e installazioni trovare spazio all’interno dei set cinematografici. La fiera del 2020, che si terrà dal 14 al 16 febbraio, vedrà inoltre una nuova sezione, dedicata agli spazi espositivi di Los Angeles, Focus LA.

Hannah Greely, High and Dry, Frieze Los Angeles 2019
Hannah Greely, High and Dry, Frieze Los Angeles 2019

FRIEZE LOS ANGELES 2020. LE GALLERIE 

Sono oltre 70 le gallerie che parteciperanno alla Frieze LA 2020, suddivise tra Main Section, Frieze Projects e Focus LA. Confermano la loro presenza in fiera David Zwirner, Hauser & Wirth, Gagosian, Pace, White Cube, Jeffrey Deitch, Almine Rech, Blum & Poe, Acquavella Galleries, Marian Goodman Gallery, Commonwealth and Council, Victoria Miro, Massimo De Carlo e Thomas Dane Gallery; oltre a De Carlo, gli italiani presenti in fiera saranno kaufmann repetto e Franco Noero. A questo link è possibile visionare l’elenco completo delle gallerie.

FRIEZE LOS ANGELES 2020. LE SEZIONI 

Come già avvenuto lo scorso anno, Frieze Projects consisterà in una serie di installazioni curate da Rita Gonzalez (Capo del Dipartimento di Arte Contemporanea dell’LACMA) e Pilar Tompkins Rivas (direttore del Vincent Price Art Museum) che trasformeranno l’iconico backlot degli studi Paramount in una vetrina artistica all’aperto. La novità Focus LA invece è una sezione curata da Rita Gonzalez che offre una piattaforma agli gli spazi emergenti con base a Los Angeles di età pari o inferiore a 15 anni. La sezione conterrà 13 gallerie, tra cui i nuovi arrivati ​​di Frieze Los Angeles as-is.la, la Charlie James Gallery, Overduin & Co. e Various Small Fires.

– Desirée Maida 

Los Angeles // dal 14 al 16 febbraio 2020
Frieze Art Fair
Hollywood, Paramount Pictures Studios
www.frieze.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.