Visita alla fiera Liste Basel 2019. I migliori 7 stand

La fiera Liste per anni è stata la sorella giovane e spettinata di Art Basel. Però non si può essere giovani per sempre e nell’attesa che la formula, un po’ datata, venga attualizzata, eccoci con il nostro tour in questa scomoda ex fabbrica di birra riadattata forzatamente a location fieristica

Liste Frutta
Liste Frutta
Possibile che gli organizzatori di Liste non capiscano che la formula della fiera spettinata in uno stabile scomodo e inaccessibile (per tacere dei problemi sulla sicurezza, che se eravamo in Italia arrivavano i Caschi Blu dell’Onu) è interessante se dura qualche anno ma poi diventa puro manierismo? Evidentemente no. E ogni anno da una vita a questa parte la più importante delle fiere collaterali ad Art Basel si svolge in una ex fabbrica di birra adatta a tutto meno che all’allestimento di una fiera. Pazienza: Liste resta sempre una tappa obbligata nel tour artistico della art week basilese e anche quest’anno, seppur nel caos e nella oggettiva difficoltà di concentrarsi e barcamenarsi, abbiamo trovato qualcosa di assai interessante. Ecco dunque la lista degli stand da non mancare. Attenzione però: non sono in ordine di preferenza, ma in ordine sparso. Non è una classifica, semplicemente sette segnalazioni.

1. PROJECTOS ULTRAVIOLETA

Liste, Projectos Ultravioleta
Da perderci le mezz’ore ad ispezionare i quadri iper narrativi di Alira Ikezoe e poi ci sono anche le installazioni e i quadri di Radamés Figueroa ad alto tasso di ironia.

2. LAMBDA LAMBDA LAMBDA

Liste Lambda Lambda Lambda
La galleria kosovara ha aperto uno spazio anche a Bruxelles e continua la sua crescita confermando il rush degli ultimi anni. Qui presenta un progetto personale di Catharine Czudej. Finti spot e totem commerciali in cemento

3. FRUTTA

Liste Frutta
Bello stand anche questo con mostra personale suddiviso in due partizioni. Entrambe con le opere “antropomorfe” – sia a pare che a terra – del 29enne londinese Holly Hendry

4. ANTENNA SPACE

Liste Antenna Space
Davvero gradevole e interessante questo stand della galleria cinese. Sculture e mini installazioni di Guan Xiao e poi disegni di Cui Jie su carta

5. MARCELLE ALIX

Liste Marcelle Alix
La giovane gallerista parigina presenta i lavori della storica artista francese Laura Lamiel. Ci si sofferma sul gioco di specchi del tavolo che occupa la parte centrale dello stand.

6. GIANNI MANHATTAN

Liste Gianni Manhattan
Il gallerista viennese si presenta con opere a parete di grande formato di Sebastian Jefford, britannico non ancora trentenne. L’esposizione nello stand fa il paio con la mostra personale presente in galleria a Vienna.

7. MADRAGOA

Liste Madragoa
La galleria italo-lisboeta si presenta come di consueto molto bene e interpreta al meglio gli spazi e lo spirito di Liste. Niente male le sculture in gesso Buhlebezwe Siwani ben intervallate e ritmate dalle carte “in sapone” di Belén Uriel.
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.