Independent, ecco come sarà l’edizione newyorchese della fiera che nel 2019 compie 10 anni

In attesa di scoprire le novità dell’edizione che si terrà a Brussels il prossimo novembre, la fiera Independent svela le gallerie che parteciperanno alla tappa newyorchese del 2019, in occasione del decimo anniversario dalla sua nascita

Independent New York 2018
Independent New York 2018

Decimo compleanno in arrivo per la tappa newyorchese di Independent, fiera fondata nel 2009 nella Grande Mela da Elizabeth Dee, Darren Flook, Matthew Higgs e Laura Mitterrand che nel 2016 ha fatto il suo esordio anche in Europa con il proprio avamposto a Brussels. La prossima edizione in America, la 10th Anniversary Edition, si terrà dal 7 al 10 marzo 2019 presso gli Spring Studios di Tribeca a Manhattan.

LA DECIMA EDIZIONE

L’edizione 2019 di Independent New York vedrà la partecipazione di oltre 50 espositori provenienti da tutto il mondo, comprese gallerie dall’America Settentrionale, dal Canada e dall’Asia. Le new entry saranno invece 21, tra gallerie “storiche” ed emergenti: tra queste ultime, ricordiamo la Ortuzar Projects (New York), Arcadia Missa (Londra), Kai Matsumiya (New York), Take Ninagawa (Tokyo), Parker Gallery (Los Angeles), Anglim Gilbert Gallery (San Francisco), COOPER COLE (Toronto) e moniquemeloche (Chicago). Nell’arco di 10 anni, Independent ha creato un network di oltre 240 gallerie, selezionate per la trasversalità dei programmi curatoriali proposti, che includono artisti emergenti, mid-career e autori affermati. “Independent rimane, prima di tutto, una piattaforma per le idee degli artisti”, spiega Matthew Higgs. “Negli ultimi dieci anni, Independent è stata determinante nel suggerire che una fiera d’arte può essere un’esperienza mirata e anche rivelatrice, che sa creare incontri con l’arte altrove”. “Independent è stata fondata per concentrarsi sul futuro, siamo orgogliosi di essere conosciuti come un luogo in cui vedere un artista per la prima volta o idee che potrebbero poi affermarsi in grande stile”, dichiara Elizabeth Dee.

LA PROSSIMA EDIZIONE A BRUXELLES

La prossima edizione di Independent si svolgerà a Brussels tra l’8 e l’11 novembre presso il Vanderborght Building, e rispetto alle rassegne precedenti si contraddistinguerà per la nuova vision che la fiera ha deciso di adottare: in Belgio Independent auto-sperimenterà un modello alternativo di fiera, meno commerciale e più curatoriale, trasformandosi in una sorta di festival dedicato alla performance che ospiterà live art, installazioni, mostre e talks a tema. Le performance avranno luogo negli spazi del primo piano del Vanderborght, sottolineando così la linea intrapresa quest’anno dalla fiera, ovvero quella di dare all’agenda curatoriale “lo stesso peso dato al mercato”, come ha dichiarato Elizabeth Dee. “È davvero l’anno dell’innovazione per Independent, e Brussels diventerà un incubatore per testare molte cose di cui abbiamo discusso”, continua Dee. “Ora le stiamo mettendo in pratica e ne siamo davvero entusiasti, perché rappresentano un grande cambiamento per l’esperienza dei visitatori”. Tra le novità “concettuali” della fiera, è senza dubbio la volontà di trovare un equilibrio tra “l’arte statica tipica delle fiere e le live arts, che suscitano emozioni e richiedono in qualche modo la partecipazione del pubblico”.

– Desirée Maida

New York // dal 7 al 10 marzo 2019
Independent
50 Varick Street
www.independenthq.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.