Sul numero 39 di Artribune un viaggio tra gli ISIA, gli Istituti superiori per le industrie artist

Sul prossimo numero di Artribune Magazine andremo alla scoperta degli Istituti superiori per le industrie artistiche (l’acronimo ISIA) l’istituzione dedicata al disegno industriale presente a Roma, Firenze, Faenza, Urbino. Un viaggio in una istituzione didattica d’eccellenza del nostro paese

ISIA Pescara
ISIA Pescara

In principio fu l’ISIA Roma Design, fondato a Roma da Giulio Carlo Argan nel 1973, sul modello delle grandi scuole di progettazione europee. Il modello di riferimento è il Bauhaus ma anche la Hochschule für Gestaltung, mitica Scuola superiore per la progettazione aperta dal 1955 al 1968 nella città tedesca di Ulm, da cui eredita l’impianto metodologico e l’impostazione creativa. Oggi l’ISIA è una realtà di eccellenza del nostro paese nel campo del design e della comunicazione e presente a Roma, Urbino (1974), Firenze (1975) e Faenza (1980). Un esordio nel mondo del Design all’insegna della ceramica per poi aprirsi negli anni 90 ai nuovi materiali allargando i propri confini alle diverse tipologie del progetto: dalla Comunicazione al Visual design, dal Design del prodotto al Packaging. Nel 1999 agli ISIA è stato riconosciuto ufficialmente lo status di università, inseriti così fra le istituzioni dell’Alta formazione del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, affiancati ai Conservatori, alle Accademie di belle arti. Sul prossimo numero di Artribune Magazine entreremo nelle aule didattiche e nei laboratori di progettazione per raccontare come si è evoluta la formazione didattica di pari passo con il mercato e per mostrarvi dove nascono i designer di domani dalla diretta voce dei protagonisti. Tutto questo su Artribune Magazine n. 39.

Abbonati ad Artribune Magazine

Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia, Marie Claire Maison, Le Quotidien de l'Art. Ha conseguito un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano, è docente a contratto presso diverse istituzioni e fa parte del team curatoriale di ArtLine, progetto d’arte pubblica del Comune di Milano nel parco di CityLife.