Il programma del Festival del Giornalismo culturale 2020 nelle Marche

Al via l’ottava edizione del festival che si svolgerà a Urbino il 9 ottobre e nel Monastero dei monaci camaldolesi di Fonte Avellana il 10 e 11 ottobre. Tra i temi di quest’anno, l’importanza della comunicazione culturale e scientifica in tempi di emergenza sanitaria.

Festival Culturale del Giornalismo, edizione 2019
Festival Culturale del Giornalismo, edizione 2019

Torna anche quest’anno il Festival del Giornalismo culturale, una tre giorni di talk, incontri e dibattiti che si svolgerà tra Urbino (il 9 ottobre) e il Monastero dei monaci camaldolesi di Fonte Avellana (il 10 e 11 ottobre). Organizzato dall’Istituto per la Formazione al Giornalismo e dall’Università di Urbino con la collaborazione della Galleria Nazionale delle Marche Palazzo Ducale, di Svim e della rete delle scuole della provincia di Pesaro-Urbino, il festival quest’anno è accessibile sia in presenza – seguendo tutte le norme anti Covid – che in diretta streaming, su Youtube oppure alla pagina Active-viewer che permetterà di fruire delle slide proiettate durante l’evento, direttamente da pc o smartphone.

Giulia Ronchi

www.festivalgiornalismoculturale.it

I TEMI DEL FESTIVAL DEL GIORNALISMO CULTURALE 2020

L’uomo è capace di dominare il prodotto della scienza e della tecnica, o rischia di esserne dominato? È la domanda con cui parte il Festival del Giornalismo Culturale 2020, che si snoda in più binomi: scienza e cultura, ma anche passato e presente, lentezza e velocità. Tutti concetti che concorrono a un discorso organico: se la scienza e la tecnica progrediscono, l’analisi umanistica sarà lo strumento fondamentale per affrontare il futuro senza dimenticare la strada già percorsa, adeguandosi alla velocità odierna della comunicazione ma senza tralasciare la capacità approfondimento. Questo è lo scenario in cui si va a collocare il lavoro del giornalismo culturale quando si confronta con i temi scientifici. “Compito del giornalismo scientifico è quello di sviluppare la sensibilità collettiva necessaria a fare in modo che la velocità dello sviluppo della tecnica sia proporzionale alle nostre esigenze e non solo a quelle della ricerca e dell’industria”, spiegano gli organizzatori.“E dovrà farlo con la sensibilità per le lezioni del passato, per una comprensione che deve essere profonda e, perciò, necessariamente lenta”.

SABATO 10 OTTOBRE 2020: PASSATO E PRESENTE

Festival Culturale del Giornalismo, edizione 2019
Festival Culturale del Giornalismo, edizione 2019

Passato e Presente: è il primo tema affrontato dal Festival del Giornalismo Culturale 2020, che si è aperto il 9 ottobre nel Salone del Trono di Palazzo Ducale a Urbino alla presenza del Presidente della manifestazione Piero Dorfles e dei Direttori Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini. Nell’incontro di apertura sono stati presentati i dati della ricerca dell’Osservatorio News–Italia che quest’anno raccontano cosa pensano gli italiani del rapporto con l’informazione scientifica, oltre a introdurre un approfondimento tra scienza e letteratura e scienza e fede; si è parlato, inoltre, del modo di informare gli italiani sul tema Covid, tema quanto mai attuale e controverso. La giornata è proseguita con la prima lectio magistralis dello scrittore Marco Malvaldi Cinquanta sfumature di caos: da Poe a Poincaré e con la presentazione dei libri del Festival: Leggo, dunque sono. Almeno credo di Aras Edizioni e Sembrava solo un’influenza. Scenari e conseguenze di un disastro annunciato di FrancoAngeli.

SABATO 10 OTTOBRE 2020: SCIENZA, CULTURA E FEDE

Festival Culturale del Giornalismo, edizione 2019
Festival Culturale del Giornalismo, edizione 2019

Il programma del 10 ottobre è dedicato all’indagine sul rapporto fra scienza, fede e cultura. Sempre nel monastero di Fonte Avellana, si svolge la Lectio del teologo-filosofo Vito Mancuso alle 15. Proseguono Claudio Ubaldo Cortonie Lorenzo Pavolini con l’incontro Il Dialogo alle 16, e Marco Ferrazzoli, Daniela Minerva, Marco Motta, Giuseppe Novelli eAntonella Viola con il dibattito Scienza, medicina e media. La giornata si chiude con la Premiazione del concorso giornalisti under 35 alle 18 e Rossini religioso, in cui Il Maestro Ludovico Bramanti eseguirà al pianoforte Preludio religioso da La Petite Messe Solennelledel celebre compositore Gioachino Rossini.

DOMENICA 11 OTTOBRE: LENTEZZA E VELOCITÀ

Il festival del giornalismo culturale nel 2017
Il festival del giornalismo culturale nel 2017

La giornata conclusiva del Festival del Giornalismo Culturale 2020, ancora a Fonte Avellana, è dedicata al binomio lentezza-velocità, in rapporto allo sviluppo e all’uso quotidiano della tecnologia digitale. Alle 10 è prevista la lectio magistralis dell’astrofisico Guido Tonelli, dal titolo Una nuova visione dell’universo, quali implicazioni?. Alle 11, proseguono il dibattito Flavia Bises, Marco Cattaneo, Giampaolo Colletti, Beppe Cottafavi, Luca De Biase, Piero Dorfles e Stefania Zolotti. Si chiude con la Premiazione concorso fotografico.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.