Leading Culture Destinations 2020: due nomination italiane agli Oscar del turismo culturale

Il ristorante AlpiNN del Lumen Museum sulle Dolomiti e una mostra dell’Opera di Santa Croce di Firenze sono i candidati italiani al prestigioso riconoscimento che dal 2014 premia le migliori destinazioni turistiche a sfondo culturale

Dotty Wotty House - HP Archives © Heidelberg Project
Dotty Wotty House - HP Archives © Heidelberg Project

Viaggiare per inseguire l’arte e la cultura è da sempre tra le prerogative del Leading Culture Destinations, il prestigioso riconoscimento che dal 2014 premia a Londra le migliori destinazioni turistiche a sfondo culturale. Definito dal New York Times l’Oscar dei musei, il premio ha recentemente stretto una partnership  con visitBerlin che porterà la sua sesta edizione per la prima volta a Berlino dal 4 al 5 marzo per creare una piattaforma di dialogo tra il mondo della cultura e quello dei viaggi. “Siamo entusiasti di collaborare con visitBerlin e di continuare a sviluppare il nostro progetto a Berlino con il sostegno del professor Hermann Parzinger, presidente della Prussian Cultural Heritage Foundation“, dichiara Florian Wupperfeld, fondatore di Leading Culture Destinations. “Il turismo culturale è un settore incredibilmente prezioso. A Berlino, oltre il 50% dei visitatori menziona la ‘cultura’ come un motivo chiave per la loro visita in città e vogliamo costruire ponti e sinergie tra turismo, cultura e organizzatori“.

Alpinn Shutter Lumen Museum © AlpINN
Alpinn Shutter Lumen Museum © AlpINN

LE CINQUE CATEGORIE

Oltre alla partnership con Berlino, sono state anche annunciate le iniziative culturali e i luoghi più affermati ed emergenti in tutto il mondo candidati a ricevere un premio nel corso della cerimonia di marzo. Divisi in 5 categorie, i candidati rappresentano circa 50 destinazioni culturali in 26 paesi in tutto il mondo. Tra musei e istituzioni, gallerie private, ma anche nuove caffetterie, boutique hotel e ristoranti, mostre e festival, ne è venuta fuori una classifica interessante che vede l’Italia presente con due nomination: l’AlpiNN, il ristorante-rifugio aperto sulle Dolomiti dallo chef Norbert Niederkofler all’interno del nuovo museo di fotografia Lumen che si contende il podio con il Flutes del Singapore National Museum e con il Beba del Gropius Bau a Berlino; e Sisters in Liberty, una mostra in corso fino al 26 aprile 2020 al Museo Nazionale dell’Immigrazione di Ellis Island a New York, promossa dall’Opera di Santa Croce di Firenze, in lizza per la migliore collaborazione culturale. 

LE NOMINATION

Come nomination, spiccano tra le Migliori Architetture il nuovissimo National Museum Of Qatar, già eletto da noi di Artribune come miglior nuovo museo del 2019; tra le mostre quella dedicata a Bacon e a Giacometti alla Fondation Beyeler e tra le Soft power Destinations dell’anno – categoria rivolta alle organizzazioni culturali che hanno forte influenza sul territorio grazie alla loro eccellenza, pertinenza, trasparenza, responsabilità sociale e sostenibilità – figura Detroit con l’Heidelberg Project, il quartiere trasformato in opera d’arte, già raccontato da noi di Artribune in questo articolo.

Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).