L’accademia milanese NABA apre nuova sede a Roma e cerca responsabile della didattica su LinkedIn

La prestigiosa accademia di Belle Arti milanese, specializzata in arti visive, moda e design, ha pubblicato sul proprio profilo LinkedIn la call per responsabile delle attività didattiche per la nuova sede romana

NABA Roma

La notizia che NABA – Nuova Accademia di Belle Arti aprirà una nuova sede a Roma è nota già da tempo: la prestigiosa accademia di Belle Arti privata fondata a Milano nel 1980 e diretta – anche se in questo momento è in aspettativa per ovvi motivi – dall’attuale Ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli, è in procinto di aprire la sua nuova scuola in un edificio storico ristrutturato in via Ostiense, nel quartiere della Garbatella, ed è prevista l’attivazione dei primi corsi di studio già dal prossimo autunno.

COSA È NABA

Come già accennato, NABA è un’accademia di Belle Arti privata fondata nel 1980 a Milano dalla volontà di un gruppo di intellettuali – Ausonio Zappa, Guido Ballo e Tito Varisco –, con l’obiettivo di “svecchiare” il sistema accademico e introdurre in esso linguaggi e pratiche più vicini al mondo dell’arte contemporanea. Tra gli artisti che nel corso del tempo si sono succeduti come docenti, spiccano i nomi di Kengiro Azuma, Emilio Isgrò, Emilio Tadini, Gianni Colombo, Hidetoshi Nagasawa, solo per citare qualche esempio. Nel 2002, NABA entra a far parte del Gruppo Bastogi, la più antica società italiana quotata alla Borsa di Milano che nel 2003, inoltre, inizia i lavori di riconversione strutturale dei Frigoriferi Milanesi (acquisiti negli anni Novanta) in spazi in cui sviluppare attività culturali. La nuova proposta di servizi integrati per l’arte sarà sviluppata con il marchio Open Care; nel frattempo, iniziano i lavori di riconversione di Palazzo del Ghiaccio. Nel 2009 Bastogi cede l’intera partecipazione detenuta in NABA al Gruppo Laureate, mentre adesso l’accademia è di proprietà della Galileo Global Education così come la Domus Academy e l’Istituto Marangoni. Un trittico che copre tutte le fasce di mercato nel settore dell’educazione e della didattica creativa.

NABA Roma
NABA Roma

LA SEDE ROMANA

NABA Roma sorgerà all’interno di due edifici dei primi del Novecento, attualmente in corso di ristrutturazione. La sede si sviluppa su 3700 metri quadrati di superficie, che saranno occupati da laboratori, aree studio e ristoro, una biblioteca e uffici amministrativi. I laboratori in particolare – dedicati alla Moda, alle Arti Visive e ai Media – saranno attrezzati di apparecchiature e strumenti specialistici, con cui gli studenti potranno affinare la propria tecnica. La sede romana della NABA offrirà ai propri studenti quattro corsi di studio: Fashion Design, Graphic Design & Art Direction, Media Design e Arti Multimediali, Pittura e Arti Visive. 

LA CALL PER RESPONSABILE DELLA DIDATTICA

L’offerta di lavoro è stata pubblicata pochi giorni fa e al momento, stando alle informazioni fornite da LinkedIn, sono oltre 60 le candidature presentate per questa posizione. La call, pubblicata in lingua inglese, dice che l’“Head of Education” “supervisiona i programmi della Scuola garantendo nel contempo qualità e continuità agli standard di eccellenza richiesti. Questo ruolo include anche la gestione dei servizi accademici (biblioteca, ufficio di registrazione, coordinamento accademico, vita studentesca) e supporto alle attività di iscrizione, comunicazione e PR”. Tra le attività che dovrà svolgere il responsabile delle attività didattiche, rientrano anche mansioni di tipo manageriale: “lavorare a stretto contatto con il direttore dell’educazione NABA per sviluppare strategie accademiche”, specifica la call, “coordinare, in accordo con l’unità di pianificazione accademica, le attività di organizzazione per la distribuzione dei corsi, ottimizzando al contempo i costi e mantenendo la qualità dei corsi ad alti livelli”, “garantire l’ottimizzazione di tutte le risorse assegnate”, “gestire il personale, monitorare le competenze richieste e identificare le nuove esigenze di personale delle diverse Unità partecipando anche al processo di assunzione”.

I REQUISITI

Per partecipare alla call per responsabile delle attività didattiche – e non solo, considerato il tipo di mansioni che dovrà andare a svolgere – è infatti richiesta una laurea in Economia, Economia aziendale, Arte o Design (elencate proprio in questo ordine), avere maturato un’esperienza di almeno 7/8 anni a livello accademico internazionale ed essere “innovativi, pratici, orientati al mercato, pianificatori di strategie”. E poi essere abili comunicatori e avere forti capacità organizzative e “comprendere il business”. Per partecipare alla call, è necessario inviare la propria candidatura attraverso la piattaforma LinkedIn.

NABA Roma
NABA Roma

L’OPENING DI NABA ROMA

La sede romana di NABA aprirà ufficialmente le proprie porte al pubblico il prossimo 6 aprile, in occasione del primo open day. Durante la giornata di orientamento sarà possibile conoscere l’offerta formativa dell’Accademia, visitare il campus e incontrare docenti e studenti che potranno rispondere a dubbi e curiosità dei visitatori. La nuova scuola, con Donato Medici come Managing Director e Guido Tattoni, Direttore della formazione sia della sede di Milano sia di quella di Roma offrirà una proposta formativa che riguarderà inizialmente i percorsi triennali con avvio ad ottobre in Fashion Design, Media Design e Arti Multimediali, Arti Visive, Graphic Design e Art Direction. L’offerta accademica conta anche di corsi estivi, della durata di due settimane che si svolgeranno in tre differenti sessioni dal 24 giugno al 23 luglio nelle quattro aree didattiche.

– Desirée Maida

www.linkedin.com/jobs/view/1085809509/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.