Il Premio Cultura+Impresa nomina i 4 progetti vincitori. Tutti i dettagli

Una Fondazione Bancaria, un gruppo assicurativo, una fondazione no profit, un grande gruppo aziendale sono i vincitori del Premio Cultura + Impresa che premia i migliori progetti di sponsorizzazione e partnership culturali.

Fondazione Feltrinelli a Milano
Fondazione Feltrinelli a Milano

Anche se a rilento e in netto ritardo rispetto alla altre realtà europee, si sta lentamente consolidando pure in Italia la tendenza agli investimenti in cultura da parte di aziende e privati. E se da un lato scarseggiano i fondi pubblici a sostegno della Cultura, dall’altro sono sempre di più le imprese che, anche grazie ad alcuni strumenti fiscali come l’Art Bonus o il Tax credit, hanno fatto degli investimenti in ambito culturale una scelta strategica per rafforzare la propria reputazione aziendale. Per valorizzare queste realtà è stato istituito nel 2013 il Premio Cultura + Impresa, fondato da Federculture e da The Round Table per premiare le migliori Sponsorizzazioni,  Partnership e Produzioni culturali d’impresa del paese. L’edizione 2016 del Premio Cultura + Impresa ha indicato quattro progetti vincitori sui venti finalisti per categorie “Sponsorizzazioni e Partnership Culturali”, “Produzioni Culturali d’Impresa”, “Fondazioni d’Impresa” e “Art Bonus”. Ai quattro vincitori sarà consegnato il Premio d’Artista “De Siderium“, disegnato per questa occasione dall’artista Silvia Iorio, in collaborazione con Fabio Mazzeo, Architetto e Design Director di Exclusiva Design. La consegna dei premi avverrà il 24 maggio alla Fondazione Feltrinelli di Milano.

1CATEGORIA SPONSORIZZAZIONI E PARTNERSHIP CULTURALI: “VALORE CULTURA” DI GENERALI ITALIA

Valore Cultura – Generali

Valore Cultura è un programma lanciato nel 2016 dal gruppo Generali per sostenere iniziative culturali su tutto il territorio nazionale. Particolarmente attivo in ambito teatrale e museale, il progetto punta ad allargare il bacino di utenza dell’arte e della lirica attraverso campagne di divulgazione, ad esempio nelle scuole, e agevolazioni economiche.

2CATEGORIA PRODUZIONI CULTURALI D’IMPRESA: “OVS ARTS OF ITALY” DI OVS

Arts of Italy – OVS

Il progetto Arts of Italy è stato pensato da OVS per sensibilizzare alla tutela e alla valorizzazione delle bellezze artistiche del nostro paese attraverso la creazione di una capsule collection in edizione limitata, sia per uomo che per donna, che prende ispirazione da alcuni capolavori dell’arte italiana. Parte del ricavato della vendita della collezione è stato destinato ad interventi di restauro di importanti opere d’arte come il Mausoleo di Galla Placidia a Ravenna e Palazzo Ancaiani a Spoleto.

3CATEGORIA FONDAZIONI D’IMPRESA: “IL CARTASTORIE, MUSEO ARCHIVIO STORICO BANCO DI NAPOLI” DI FONDAZIONE BANCO DI NAPOLI

Il Cartastorie – Fondazione Banco di Napoli

La Fondazione Banco di Napoli possiede l’archivio storico bancario più grande del mondo. Il progetto ilCartastorie museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli nasce con la finalità di rendere accessibile al pubblico questo immenso patrimonio attraverso un sistema di digitalizzazione informatica dei documenti. È stato creato un percorso multimediale che, attraverso suoni ed immagini, rende accessibile le informazioni anche ad un pubblico non specializzato.

4CATEGORIA ART BONUS: “RIQUALIFICAZIONE EX CENTRO BALNEARE CAIMI” DELLA FONDAZIONE PIER LOMBARDO

I Bagni Misteriosi

Uno dei progetti di riqualificazione più significativi degli ultimi anni riguarda l’ex Centro Balneare Caimi, oggi I Bagni Misteriosi, di proprietà del Comune di Milano che, dopo uno scrupoloso lavoro di restauro, è stato salvato dall’abbandono e dal degrado e restituito alla città sotto forma di centro culturale collegato all’adiacente Teatro Franco Parenti.

-Mariacristina Ferraioli

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia, Marie Claire Maison, Le Quotidien de l'Art. Ha conseguito un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano, è docente a contratto presso diverse istituzioni e fa parte del team curatoriale di ArtLine, progetto d’arte pubblica del Comune di Milano nel parco di CityLife.