Paolo Ventura – Racconti di guerra 2014-2018

Riva del Garda - 15/06/2018 : 06/01/2019

L'artista presenta un progetto inedito insieme a precedenti lavori sul tema.

Informazioni

Comunicato stampa

In continuità con i progetti del MAG dedicati alle visioni di artisti e fotografi contemporanei sul paesaggio dell’Alto Garda, per la ricorrenza del centenario della fine della Prima guerra mondiale si è scelto di proseguire l’esplorazione di questo territorio coniugandola con ricordi e interpretazioni che si intrecciano con la Storia, affidando al fotografo e artista Paolo Ventura la creazione di un ciclo di opere ispirate alla Grande Guerra e ambientate nella zona di quello che fu il fronte tra Italia e Impero Austro-Ungarico


Il singolare incontro tra immaginazione, conoscenza storica e pratica artistica che caratterizzano il percorso creativo di Paolo Ventura, ha originato una personale narrazione e allo stesso tempo uno sguardo d’autore su un paesaggio, quello trentino di cent'anni fa così come di oggi, fortemente intriso di Storia e umane memorie.
Questa narrazione costituita da inediti racconti per immagini, raccolti sotto il titolo Morte e resurrezione 2, sarà svelata il prossimo 15 giugno nella mostra Racconti di guerra 2014-2018 insieme ai più recenti progetti dell’artista sul tema, quali I Gemelli e Un reggimento che va sottoterra del 2014, Morte e resurrezione 1 e Il pittore futurista del 2015, Ex Voto del 2017.

La mostra, curata dalla storica della fotografia e photo-editor Giovanna Calvenzi, verrà inaugurata venerdì 15 giugno 2018 alle ore 18.00 al Museo di Riva del Garda e rimarrà visitabile fino al 4 novembre. Contestualmente al percorso espositivo Racconti di guerra 2014-2018, sarà presentato il 15 giugno anche l'omonimo libro d'autore pubblicato da Danilo Montanari che raggruppa per la prima volta i “racconti di guerra” realizzati da Paolo Ventura tra il 2014 e il 2018, compreso l'inedito gardesano.

«Da diversi anni Paolo Ventura sperimenta tecniche di narrazione che mescolano l’autoritratto, la fotografia, la pittura, il modellismo. Con una cura maniacale per gli abiti, per i dettagli e per i decori. Con una conoscenza profonda di ogni argomento che affronta. Dal 2014 si dedica alla realizzazione di brevi racconti per immagini dedicati alla Prima guerra mondiale. Per Ventura la fotografia è contemporaneamente un pretesto e uno strumento capace di dare forma al suo immaginario, al suo bisogno di raccontare, alla sua voglia di ripercorrere la Storia diventandone un volontario interprete. Per l’appuntamento con i Nuovi Sguardi Gardesani – che riprende una tradizione del MAG che risale al 1997 – Ventura ha recuperato progetti precedenti e messo in scena se stesso come duplice protagonista di un nuovo inedito racconto: Morte e resurrezione 2».
Giovanna Calvenzi, curatrice della mostra e del volume Paolo Ventura | Racconti di guerra 2014-2018

Il progetto espositivo ed editoriale di Paolo Ventura rientra nel progetto Guerre e Pace. 1918-2018 che il MAG nel 2018 dedica al centenario della fine della Prima guerra mondiale.

Racconti di guerra. Paolo Ventura a Riva del Garda

MAG, Riva del Garda ‒ fino al 4 novembre 2018. I destini di due soldati, intenzionati a mostrare lo scacco della vita alla morte, è al centro del racconto visivo presentato da Paolo Ventura.