Fred Sandback

Milano - 21/02/2018 : 06/07/2018

Una mostra personale, di sculture e disegni, di Fred Sandback. La mostra è organizzata in collaborazione con l’Estate di Fred Sandback e sarà accompagnata da un catalogo illustrato corredato da un testo di Germano Celant.

Informazioni

  • Luogo: CARDI GALLERY MILANO
  • Indirizzo: Corso di Porta Nuova, 38 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 21/02/2018 - al 06/07/2018
  • Vernissage: 21/02/2018 ore 18
  • Autori: Fred Sandback
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dal lunedì al venerdì, 10 –19. Sabato solo su appuntamento

Comunicato stampa

Cardi Gallery Milano ha il piacere di presentare una mostra personale, di sculture e disegni, di Fred Sandback. La mostra è organizzata in collaborazione con l’Estate di Fred Sandback e sarà accompagnata da un catalogo illustrato corredato da un testo di Germano Celant.

Cardi Gallery Milano espone otto sculture e una vasta selezione di disegni e fotostatiche che presentano l’evoluzione dello studio dello spazio condotto dall’artista.

L’artista americano Fred Sandback (1943-2003) ha lavorato con materiali come metallo, filo elastico, pelle, filato acrilico, con lo scopo di delineare e frazionare lo spazio tridimensionale, creando riempimenti e forme volumetriche

L’utilizzo degli strumenti più minimali gli consente di “giocare con qualcosa che esiste e non esiste allo stesso tempo”.

Tendendo delle line di filo per creare figure geometriche, gli oggetti quasi intangibili di Sandback formano precise e sottili delineazioni di piani e volumi architettonici. Nonostante il forte avvicinamento delle sue sculture all’architettura circostante e l’impegno nella pratica del disegno, l’artista è diventato noto soprattutto come scultore. Sandback ha influenzato molto l’arte minimalista e concettuale, così come gli scultori contemporanei e gli artisti che lavorano con le installazioni.

Nato a Bronxville, New York, nel 1943, Sandback ha frequentato l’Università di Yale, studiando Filosofia (BA, 1966), e Scultura (MFA, 1969). Le sue mostre personali nei musei includono il Museum Haus Lange, Krefeld, 1969; la Kunsthalle di Berna, 1973; e il Museum of Modern Art, New York, 1978; tra le mostre più recenti ci sono quella al Kunstmuseum Liechtenstein, Vaduz, Liechtenstein (2005, itinerante); quella alla Whitechapel Gallery, London, (2011); al Kunstmuseum Winterthur, Switzerland (2014, itinerante). Le mostre collettive a cui ha preso parte includono Conceptual Art, Arte Povera, Land Art, Galleria Civica d’Arte Moderna, Torino (1970); documenta 6, Kassel (1977); Biennale di Venezia (Venezia), 2007; When Attitudes Became Form: Bern 1969/Venice 2013, Fondazione Prada, Ca’ Corner della Regina, Venezia (2013). Il lavoro di Sandback è in esposizione permanente presso Dia:Beacon, NY, USA. Una completa storia espositiva e bibliografia sono disponibili online su fredsandbackarchive.org.

Cardi Gallery Milan is delighted to present a solo exhibition of sculptures and drawings by Fred Sandback. The exhibition is organized in collaboration with the Estate of Fred Sandback; it is accompanied by a fully-illustrated catalogue with an essay by Germano Celant.

Eight sculptures are displayed at Cardi Gallery, Milan, along with a large selection of drawings and photostats that present the evolution of the artist’s investigation of space.

The American artist Fred Sandback (1943–2003) worked with materials including metal, elastic cord and, later, acrylic yarn to delineate or bifurcate three-dimensional space, creating room-filling and volumetric forms. Using these most minimal of means allowed him "to play with something existing and not existing at the same time".

By stretching strands of yarn to create geometric figures, Sandback’s near intangible objects create precise and subtle delineations of planes and architectural volumes. Despite the sculpture’s strong relationship to the surrounding architecture and the artist’s commitment to the practice of drawing, he became known primarily as a sculptor. Sandback was also influential in Minimal and Conceptual Art, and for contemporary sculptors and installation artists.

Born in Bronxville, New York in 1943, Sandback attended Yale University, studying philosophy (BA, 1966), and Sculpture (MFA, 1969). His solo museum exhibitions include Museum Haus Lange, Krefeld, 1969; Kunsthalle Bern, 1973; and the Museum of Modern Art, New York, 1978; recent exhibitions include Kunstmuseum Liechtenstein, Vaduz, Liechtenstein (2005, and tour); Whitechapel Gallery, London, (2011); Kunstmuseum Winterthur, Switzerland (2014, and tour). Group exhibitions include Conceptual Art, Arte Povera, Land Art, Galleria Civica d’Arte Moderna, Turin (1970); documenta 6, Kassel (1977); Biennale di Venezia (Venice), 2007; When Attitudes Became Form: Bern 1969/Venice 2013, Fondazione Prada, Ca’ Corner della Regina, Venice (2013). Sandback’s work is on permanent display at Dia:Beacon, NY, USA. A complete exhibition history and bibliography is available online at fredsandbackarchive.org.

Le sculture “invisibili” di Fred Sandback. A Milano

Cardi Gallery, Milano ‒ fino al 6 luglio 2018. Rarefazione ed elogio dell’architettura. Le sculture filiformi di Fred Sandback arrivano a Milano con un progetto in collaborazione con l’Estate dell’artista.