Charta. Parte il Photo-book Festival nel quartiere di San Lorenzo a Roma

Charta Festival, nato dalla vittoria del bando “Strategia Fotografia 2020” sostenuto e promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, approda dal 17 al 25 luglio nel quartiere San Lorenzo

Monsoon Never Cross The Mountains Camillo Pasquarelli book
Monsoon Never Cross The Mountains Camillo Pasquarelli book

Lo scopo è creare una rete, cercare di avere meno dispersione possibile, convogliare appuntamenti, incentivare un percorso narrativo che si sviluppi anche grazie al movimento fisico delle persone. Le manifestazioni ruoteranno principalmente intorno al tema Demons che analizza le criticità del contemporaneo: aspetti territoriali, psicologici e sociali. Parte dal 17 luglio fino al 25 Charta Festival, sostenuto e promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura. Un evento dall’ingresso gratuito che animerà San Lorenzo a Roma, puntando al movimento e al coinvolgimento dell’intero quartiere.

Guest Devil's Promenade Antone Dolezal Lara Shipley
Guest Devil’s Promenade Antone Dolezal Lara Shipley

LE MOSTRE CON LE LIBRERIE 

Francesco Rombaldi, direttore artistico del Festival, ci confida: “Volevamo enfatizzare il ruolo del libro fotografico e mettere in contatto gli attori dell’industria editoriale con gli autori; creare una situazione festivaliera itinerante, strutturata all’interno di un unico quartiere per evitare il problema della dispersione in una città grande come Roma ma anche far godere ai visitatori il territorio; non chiuderci in sedi istituzionali, essendoci stata una pandemia. San Lorenzo è un quartiere chiuso, pieno di cantieri e spazi sfitti, volevamo cercare di abitarli e riempirli con fotografia e arte visiva”. Il festival prevede una serie di esperienze espositive tra le quali la presentazione di 100 volumi, proposti da 5 realtà del campo editoriale: Choisi – Lugano; Libreria Marini – Roma; Paper Room – Roma; StudioFaganel – Gorizia; Xyz – Lisbona. Ognuna di queste realtà presenterà una selezione di 20 libri inerenti il tema, affrontato in diverse declinazioni, di questa prima edizione. L’esposizione editoriale sarà diffusa in diversi spazi del quartiere romano.
Accanto alla raccolta editoriale, sarà presentata un’esposizione con una selezione di immagini, frutto dell’open call lanciata da Yogurt Magazine per la pubblicazione del nuovo numero della collana Flavours “Mojo” che segue la linea tematica del festival. Tutte le immagini selezionate dalla call andranno a confluire nel numero Mojo Flavours edito da Yogurt Editions: Mojo si rivela essere “l’ombra, il magico, l’ignoto, l’inaspettato, la sfortuna. I nostri timori più profondi, ma anche tutto quello che ci assilla e perturba nelle nostre quotidianità”, il magazine stesso diverrà un oggetto propiziatorio, un amuleto, per le paure personali e le inquietudini. 

Guest Ghost Stories Federico Clavarino
Guest Ghost Stories Federico Clavarino

CHARTA FESTIVAL: IL PROGRAMMA

Serata inaugurale con il live set di Exhibition Poland and the Helmut Orchestra da Habicura – Giardino Verano, Piazzale del Verano. All’interno di Ombrelloni Art Space, invece, luogo di art studios, ci sarà la videoinstallazione realizzata da Luca Baioni 8814 Web serie distopica e disturbante.
L’expo prosegue con una proiezione tematica di lavori realizzati dai vincitori di Circulation(s) festival francese, organizzato dal collettivo Fetart, dedicato alla fotografia emergente contemporanea.
Nello spazio dell’ISFCI sarà esposta la Shortlist Hong Kong Photobook Dummy Award, con le proposte di dummies selezionate in seguito a questo premio. Il dummy è una proposta editoriale in forma provvisoria. L’infopoint sarà all’interno di The Paper Room dove sarà possibile raccogliere le mappe insieme ad un pass per accedere a delle convenzioni, sarà anche presente una shortlist dei 25 migliori progetti selezionati dal Charta Dummy Award. Il vincitore vedrà il proprio progetto pubblicato e prodotto da parte di Yogurt Editions. Per le due giornate inaugurali è previsto inoltre un ricco palinsesto di eventi all’interno del Teatro Abarico, come presentazioni editoriali, incontri con gli autori, anteprime alle quali bisognerà prenotarsi.
Il nuovo spazio di Materia Gallery sarà, ma solo in queste giornate, completamente trasformato e adibito a book market con alcune delle più interessanti realtà nazionali ed internazionali di editoria fotografica. Sono stati invitati, inoltre, diversi esperti nel campo dell’editoria, della distribuzione e della promozione editoriale e artistica, nelle giornate del 17 e del 18 luglio, per delle letture portfolio gratuite. A tutte le iniziative andrà infine ad affiancarsi un circuito off di spettacoli teatrali e performance.

Giorgia Basili 

https://chartafestival.com/programma/
https://yogurtmagazine.com/open-call/

Eventi d'arte in corso a Roma

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giorgia Basili
Giorgia Basili (Roma, 1992) è laureata in Scienze dei Beni Culturali con una tesi sulla Satira della Pittura di Salvator Rosa, che si snoda su un triplice interesse: letterario, artistico e iconologico. Si è spe-cializzata in Storia dell'Arte alla Sapienza con una tesi di Critica d'arte sul cinema di Pier Paolo Pasolini, letto attraverso la lente warburghiana della Pathosformel. Collabora con diverse riviste di settore prediligendo tematiche quali l’arte urbana e il teatro, la cultu-ra e l’arte contemporanea nelle sue molteplici sfaccettature e derive mediali. Affascinata dall’innesto del visivo con la letteratura, di tea-tro e mitologia, si dedica alla scrittura di poesie per esprimere la propria sensibilità e il proprio pensiero estetico-critico su ciò che la circonda.