Fondazione Circolo dei Lettori di Torino ha una nuova direttrice: vi presentiamo Elena Loewenthal

Scrittrice e traduttrice, è specializzata nella cultura ebraica, sulla quale ha prodotto numerosi romanzi e saggi di diverso tipo. Elena Loewenthal diventa direttrice del Circolo dei Lettori e della sua vivacissima programmazione culturale.

Elena Loewenthal
Elena Loewenthal

La scrittrice, traduttrice e editorialista Elena Loewenthal (Torino, 1960) è la nuova direttrice della Fondazione Circolo dei Lettori, scelta dal Consiglio di Gestione dell’Ente e vincitrice del bando di selezione. “Sono felice di iniziare questa nuova avventura” ha dichiarato la neo direttrice, “il Circolo dei Lettori è una realtà unica, cui guardo da sempre con un insieme di stupore e ammirazione. Lavorerò con passione e impegno per una continuità vincente”. Loewenthal prende il posto di Maurizia Rebola, che a fine dicembre aveva terminato il suo mandato quinquennale. A commentare la nomina è stato anche il presidente Giulio Biino (in carica dal 2018, quando aveva sostituito Luca Beatrice, qui intervistato da Artribune), che ha divulgato in una nota ufficiale: “Sono convinto che non si potesse fare scelta migliore e sono, allo stesso tempo, felice di iniziare un rapporto di collaborazione con lei. Sono certo che questo percorso insieme sarà proficuo sul piano professionale e arricchente sul piano umano”.

CHI È ELENA LOEWENTHAL

Il legame di Elena Loewenthal con il mondo del libro e della letteratura è un sodalizio di lunga data. Scrittrice e traduttrice italiana, lavora da anni sui testi della tradizione ebraica e della letteratura d’Israele; attività che le ha valso, nel 1999, uno dei Premi nazionali per la traduzione da parte del Ministero dei Beni Culturali. Ha prodotto numerosi saggi e testi di narrativa relativi alla cultura ebraica, come Con I bottoni del signor Montefiore e altre storie ebraiche – con il quale ha vinto il Premio Andersen nel 1997 – Cucina ebraica, Fiabe ebraiche L’Ebraismo spiegato ai miei figli, Lettere agli amici non ebrei e nel 2003 Lo strappo dell’anima, suo primo romanzo. Ha insegnato cultura ebraica alla facoltà di filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele e attualmente tiene un corso sulla cultura ebraica presso lo IUSS – Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia. Dal 2015 al 2017 è stata addetto culturale presso l’Ambasciata d’Italia in Israele; scrive per il quotidiano torinese La Stampa e collabora anche a Tuttolibri, inserto del weekend della stessa testata.

LA FONDAZIONE CIRCOLO DEI LETTORI

La Fondazione Circolo dei Lettori è una realtà aperta al pubblico tutto l’anno, che produce e diffonde cultura a 360 gradi. Nata a Torino per volontà della Regione Piemonte, ha aperto sedi anche a Novara e a Rivoli (quest’ultima con il nome di Circolo della Musica: attiva da febbraio 2019, si focalizza sulla ricerca di suoni e parole). Animata da continui eventi incentrati su lettura, arte e cultura – incontri, reading, dibattiti, manifestazioni, concerti e rassegne – organizza grandi rassegne annuali sul territorio e in rete con realtà di tutt’Italia. Tra le principali si ricordano Scarabocchi. Il mio primo festival, seminari e laboratori per famiglie e bambini, Torino Spiritualità, dedicato ai grandi interrogativi dell’umanità, il Festival del Classico, per cercare nel passato buone pratiche per il presente, oltre a un calendario estivo di appuntamenti al Forte di Exilles. La vocazione del Circolo dei lettori, oltre alla promozione culturale, è di grande responsabilità sociale, portando progetti in ambienti come scuole, carceri e ospedali, puntando a costruire momenti di crescita personale e collettiva. Dal 2018, si occupa dei contenuti culturali e della comunicazione del Salone Internazionale del Libro di Torino, organizzando una programmazione di cinque giorni dedicata a dialoghi intorno ai libri e alla lettura.

– Giulia Ronchi

www.circololettori.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.