Caleidoscopica, la mostra che celebra i 10 anni di attività di Olimpia Zagnoli

Fino al 16 gennaio 2022 ai Chiostri di San Pietro di Reggio Emilia sono esposti i lavori dell’illustratrice che in poco tempo ha conquistato il pubblico internazionale con il suo mondo gioioso e variopinto. Ecco le immagini della mostra.

Olimpia Zagnoli, New York View
Olimpia Zagnoli, New York View

Si tratta di un ritorno a casa per Olimpia Zagnoli, classe 1984, che ha scelto la sua città natale per celebrare i 10 anni dall’inizio della propria attività artistica con una grande mostra. Fino al 16 gennaio 2022 (la mostra è stata prorogata), ai Chiostri di San Pietro di Reggio Emilia è possibile visitare Caleidoscopica, un percorso che racconta l’evoluzione dell’immaginario grafico della giovane artista e delle sue svariate applicazioni su disegni, stampe, neon, tessuti, sculture in ceramica, legno e plexiglas e oggetti di uso comune. Dall’illustrazione ai linguaggi delle arti visive, dal design all’editoria, il lavoro di Olimpia Zagnoli si esprime con una disinvoltura tale da permetterle di dar vita a una produzione variegata e raggiungere importanti traguardi anche fuori dall’Italia, come il manifesto per l’azienda dei trasporti di New York MTA e le copertine per The New Yorker, di cui sono esposti diversi esemplari. Non mancano alcuni disegni giovanili inediti e bozzetti, capaci di rivelare il suo processo creativo e il suo metodo di lavoro, mentre chiude la mostra Capriole di pensieri, un progetto a cura di Fondazione Palazzo Magnani svolto in collaborazione con le bambine e i bambini delle scuole e nidi d’Infanzia della città, chiamati a reinterpretare le suggestioni del lavoro della giovane artista. Ecco le immagini dell’esposizione.

– Giulia Ronchi

Dati correlati
AutoreOlimpia Zagnoli
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.