Barcolana 2021 a Trieste. Il grande designer Ron Arad firmerà il manifesto

Il mitico manifesto di Barcolana53, prevista per il 10 ottobre 2021, quest’anno porta la firma del designer israeliano Ron Arad: un tributo al mare, alle barche e alla vela che celebra lo spirito della regata più imponente del mondo

Barcolana53 Massimiliano Pogliani e Mitja Gialuz
Barcolana53 Massimiliano Pogliani e Mitja Gialuz

Preceduta da un calendario di eventi in presenza e online dal primo ottobre, la 53esima edizione della Barcolana, la regata velica più imponente del mondo si svolge ogni anno a Trieste la seconda domenica di ottobre ed è organizzata in partnership con il Comune di Trieste, la Regione FVG e Generali, main sponsor, con la direzione artistica a cura di illy caffè. Nel 2018, l’edizione del suo cinquantenario ha portato oltre 300mila persone, confermandosi uno degli eventi più partecipati in Italia; dopo l’annullamento della scorsa edizione – dovuto alla Bora e non al Covid, come si potrebbe pensare – la manifestazione è pronta a ripartire.

illycaffè Barcolana, Ron Arad, 2021
illycaffè Barcolana, Ron Arad, 2021

LA BARCOLANA 2021 A TRIESTE

Il percorso della Barcolana è costituito da un quadrilatero a vertici fissi posizionato nel Golfo di Trieste, della lunghezza totale di 13 miglia nautiche, con partenza fissata alle ore 10.30. Il titolo scelto per quest’anno è Nuove Rotte, inteso come nuovo spirito di partecipazione, come innovazione, come nuovi sviluppi per il territorio e per i temi che la manifestazione fortemente porta avanti, come la sostenibilità ambientale e la gender equality, che vuole divulgare attraverso lo sport e la passione per il mare e la vela.

Ron Arad photo Michael Castellana
Ron Arad photo Michael Castellana

RON ARAD PER BARCOLANA 2021 A TRIESTE

Seguendo una tradizione che dura ormai da sette anni, il primo atto ufficiale di comunicazione è la presentazione del manifesto che illy caffè commissiona per l’evento. Dopo Michelangelo Pistoletto (2015), Gillo Dorfles (2016), Maurizio Galimberti (2017), Marina Abramović (2018), Olimpia Zagnoli (2019) e Lorenzo Mattotti (2020), illycaffè, per la 53esima edizione di Barcolana, ha scelto il tratto del famoso designer, architetto, artista, Ron Arad (Tel Aviv, 1951). Il nome di Arad – tra i fondatori dello studio di design OneOff nel 1981 e, nel 1989, con Caroline Thorman, di Ron Arad Associates, attualmente professore di Product Design al Royal College of Art di Londra – è sinonimo di costante sperimentazione dei materiali e radicale rielaborazione concettuale di forme e strutture.

IL MANIFESTO DELLA BARCOLANA 2021 A TRIESTE

Per Barcolana53 il designer firma un manifesto dallo stile minimale, utilizzando un particolare pennello capace di riprodurre in digitale le tecniche pittoriche tradizionali, in cui linee essenziali ma sinuose danno vita all’essenza della regata stessa: il mare, le barche e la vela. “Quest’anno illy caffè ha scelto per il nostro manifesto un designer”, ha spiegato il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz, “ed è stata la migliore scelta per raccontare le nuove rotte di Barcolana, perché Ron Arad, attraverso linee precise, ha messo in evidenza l’essenza della barca, del mare e della nostra regata. Così si presenta Barcolana53: l’essenza dell’evento, la tradizione che unisce il popolo della vela, l’innovazione che ci porterà lontano e insieme nel nome del mare”.

– Giulia Mura

www.barcolana.it 
www.ronarad.co.uk/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Mura
Architetto specializzato in museografia ed allestimenti, classe 1983, da anni collabora con il critico Luigi Prestinenza Puglisi presso il laboratorio creativo PresS/Tfactory_AIAC (Associazione Italiana di Architettura e Critica) e la galleria romana Interno14. Assistente universitaria, curatrice e consulente museografica, con una forte propensione all'editoria e allo sviluppo di eventi e progetti culturali, per il magazine PresS/T letter e per il format Archilive ha curato una rubrica sui libri d'architettura. È stata caporedattrice per la rivista araba Compasses e da anni collabora come freelance per testate italiane e straniere; con continuità è presente nella versione online e onpaper di Artribune. È co-founder di Superficial, studio creativo di base a Roma che si occupa di ricerca e sviluppo di progetti incentrati su: comunicazione, immagine, architettura, design, cultura, eventi, branding.