Ladies not gentlemen. L’illustrazione è donna a Milano

WorkShop, Milano – fino la 29 marzo 2017. Ventisette opere per altrettante illustratrici, le più promettenti del panorama italiano. Segno particolare? I gentiluomini non sono ammessi.

Dopo Londra e Berlino, ecco che la mostra pop-up nel concept store sbarca a Milano con una collettiva d’illustrazione femminile dedicata alle artiste più talentuose del panorama italiano. Una selezione di ventisette lavori curata da Chiara Levi e Johnny Cobalto per il progetto digitale BetterDays che, ironia della sorte, punta a rilanciare la forza espressiva dell’analogico. È così che pennarello, carboncino, matita e collage irrompono nell’arte concettuale per ritornare al segno, inequivocabile e preciso, del colore. A volte metafisico, come nei paesaggi dechirichiani di Marianna Tomaselli, altre espressionista, come nella Choral Anthology di Gaia Alari. C’è chi sperimenta poi con altri mezzi, come l’artista tessile Sarah Edith, e chi a Milano è già un’istituzione, come Gaia Bernasconi. Presenti anche le imperdibili La Fille Bertha, di recente muralista a Genova, e Isabella Bersellini, già scoperta dal collettivo Timmerman. Gli uomini? Non ammessi, neanche se gentili.

Marta Milasi

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Marta Milasi
Marta Milasi è autrice ed editor-in-chief dell’e-commerce al femminile mysecretcase.com, per il quale cura delle rubriche settimanali su UrbanPost, Marie Claire, Donna Moderna e Lahar Magazine, tra gli altri. Scrive di arte, design ed illustrazione su Polkadot e MilanoFree ed insegna scrittura creativa presso alcune associazioni culturali di Milano. Laureata in Lettere Moderne all'Università degli Studi di Milano con una tesi su Dostoevskij, ha iniziato a guardare film d’autore a 5 anni e non ha più smesso. Oltre al cinema, ama l’arte contemporanea, le arti grafiche, i romanzi russi e le poesie italiane. Non se la cava affatto male con la musica, di cui è ottima conoscitrice.