È morto Tuono Pettinato, fuoriclasse del fumetto italiano

Difficile riassumere a parole il dolore che in queste ore stanno provando tantissimi amici, colleghi e lettori di tuono pettinato, il fumettista e illustratore pisano scomparso a 44 anni a causa di una grave malattia

Un ritratto di Tuono Pettinato
Un ritratto di Tuono Pettinato

Il mondo del fumetto italiano dice addio a una delle sue voci più importanti: Tuono Pettinato, nome di riferimento della nona arte nazionale e firma tra le più importanti della sua generazione. Assurdità, tenerezza e divertimento sono gli ingredienti che per anni ne hanno caratterizzato la poetica, segnata da successi editoriali come Nevermind, dedicato al cantante dei Nirvana Kurt CobainCorpicino ed Enigma. La strana vita di Alan Turing (con testi di Francesca Riccioni). L’ultima prova d’autore, Chatwin, del 2019, era stata presentata su Artribune con una lunga intervista uscita in esclusiva sul nostro magazine cartaceo, accompagnata da una tavola inedita a tema “felino”.

La tavola di Maicol & Mirco per Tuono Pettinato
La tavola di Maicol & Mirco per Tuono Pettinato

ADDIO A TUONO PETTINATO

Nato a Pisa il 27 settembre 1976, l’artista – al secolo Andrea Paggiaro – si era laureato al DAMS di Bologna, città nella quale aveva fondato il collettivo Superamici, insieme agli inossidabili colleghi RatigherLRNZDottor Pira e Maicol & Mirco. Sempre sotto le due torri aveva iniziato a pubblicare i primi fumetti autoprodotti, per poi avviare le prime collaborazioni importanti con case editrici come Campanila, Coniglio Editore e TopiPittori, fino ai successi con Rizzoli Lizard, Coconino Press e Canicola. Appassionato di musica e cinema, i fumetti di Tuono Pettinato sono calderoni di citazioni letterarie trasversali sia nelle fonti che nei temi trattati: cronaca e arte, riferimenti pop ed eventi del quotidiano si mischiano in ognuno dei suoi libri, conducendo il lettore in storie mai ingombranti, capaci di coinvolgere e far riflettere conservando il piacere della lettura e dell’ironia.

Tuono Pettinato, Garibaldi. Resoconto veritiero delle sue valorose imprese, ad uso delle giovini menti (Rizzoli Lizard, 2010). Copertina
Tuono Pettinato, Garibaldi. Resoconto veritiero delle sue valorose imprese, ad uso delle giovini menti (Rizzoli Lizard, 2010). Copertina

IL RICORDO DEGLI AMICI

Premiato negli anni con numerosi riconoscimenti, tra i quali il Premio Nuove Strade al Napoli Comicon nel 2009 e il premio come Miglior autore unico al Lucca Comics & Games del 2019, l’artista è in queste ore al centro di numerosi messaggi d’affetto postati sui social da tantissimi colleghi e amici. “Sono molto triste perché è morto Tuono Pettinato”, ha scritto Mario Natangelo sulla sua pagina Facebook. “Ci siamo sempre incrociati su mille pubblicazioni, in questi anni, e lo leggevo sempre con piacere. E mi fa strano pensare che da oggi non lo leggerò più e che se ne sia andato così presto. Per lui, e per tutti quelli che come me lo leggevano”.

IL COMMENTO DI RATHIGHER

Oggi è morto Tuono Pettinato, una notizia devastante per i lettori di fumetti che non avranno più sue nuove opere. Le storie che è riuscito a realizzare sono invece imperiture, indimenticabili, indistruttibili perché nate in una mente eccentrica impermeabile alla contemporaneità, allo spirito del tempo. Tuono Pettinato nasce già classico, figuratevi adesso che se n’è andato”, ha commentato Ratigher, fumettista e direttore della squadra Coconino, “schierata in alta uniforme intorno al cannone che tuona per Tuono”.

– Alex Urso

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.