Tutto pronto per il Lucca Comics & Games, la rassegna dedicata al fumetto più attesa d’Europa. In calendario un ricco programma di mostre, incontri e novità editoriali.

Manca ormai pochissimo alla 53esima edizione del Lucca Comics & Games, il festival dedicato al fumetto e al gioco che anche quest’anno si prepara a tagliare il nastro nella cornice del capoluogo toscano. A partire dal 30 ottobre, la manifestazione prenderà il via raccogliendo, in spazi diversi della città, le più note realtà editoriali dedicate alla “nona arte”, con tante novità, incontri e anteprime sulle migliori uscite del 2020. Un appuntamento immancabile per nerd, appassionati e professionisti del settore.

LE MOSTRE

Aspettando che la rassegna abbia inizio, una parte della macchina organizzativa del festival ha già iniziato a ingranare. Lo scorso 12 ottobre sono state infatti inaugurate le mostre monografiche, dedicate ad alcuni tra gli autori di fumetti più noti del panorama internazionale. Protagonisti delle esposizioni, in corso al Palazzo Ducale della città, sono Suehiro Maruo ‒ maestro del fumetto giapponese ‒, Emil Ferris ‒ caso editoriale degli ultimi anni con La mia cosa preferita sono i mostri ‒, Alessandro Bilotta ‒ pluripremiato autore di numerose serie cult ‒, Armand Baltazar ‒ senior art director per DreamWorks, Disney e Pixar ‒, e Barbara Baldi – autrice del poster di questa edizione del Lucca Comics.
Visitabili fino al 3 novembre, le personali saranno inoltre “accompagnate” da un ghiotto calendario di collettive, che avranno luogo ‒ a partire dal 30 ottobre e fino alla fine della manifestazione ‒ nelle sale del Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca. Tra gli eventi espositivi più attesi, spicca la mostra Le origini del Manga Da Hokusai ai Manga moderni: un progetto curato da Paolo Linetti che analizza il legame tra la secolare tradizione dell’illustrazione giapponese del XVII secolo e il fumetto nipponico contemporaneo. Circa duecento le opere in mostra, tra le quali anche l’iconica Grande Onda di Hokusai.

Lucca Comics & Games. Foto d'archivio
Lucca Comics & Games. Foto d’archivio

GLI INCONTRI CON GLI AUTORI

Ma che Lucca Comics sarebbe, senza gli incontri con i grandi autori e le aree destinate al meglio dell’editoria internazionale? Ecco allora il ricchissimo calendario di appuntamenti con i maestri del fumetto e con le nuove proposte, distribuiti all’interno dei Padiglioni Napoleone e Giglio, allestiti nel cuore della città. Tra gli ospiti più attesi di questa edizione, Erik Larsen, Rokuda Noburu, Mat Brinkman e soprattutto Hirohiko Araki – matita cult del manga giapponese, presente per la prima volta in assoluto auna conferenza estera.
A fare da contorno, infine, le innumerevoli novità editoriali presentate in anteprima. Moltissime le uscite che si preparano ad affollare gli scaffali delle librerie, e che proprio a Lucca troveranno il loro trampolino di lancio. Tra i libri che verranno “battezzati” durante il festival, Momenti straordinari con applausi finti, il nuovo libro di Gipi presentato in esclusiva allo stand Coconino Press; e poi ancora il ritorno in libreria del norvegese Jason, ospite da 001 Edizioni con Ho ucciso Adolf Hitler e altre storie d’amore, e Chatwin, l’atteso fumetto di Tuono Pettinato, pronto a vedere la luce per Rizzoli Lizard.
A concludere il densissimo programma, una serie di dibattiti e appuntamenti speciali dedicati alla condivisione e all’inclusione sociale, a conferma del tema di questa edizione del festival: Becoming Humans, diventare umani.

Alex Urso

https://www.luccacomicsandgames.com/it/2019/home-2019/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Brera. Laureato in Lettere Moderne presso le Università di Macerata e Bologna. Attualmente vive a Varsavia. I suoi interessi in ambito critico e curatoriale sono prevalentemente rivolti all'investigazione e alla concezione di punti di incontro tra artisti e istituzioni italiane e polacche. In questi anni Urso ha collaborato con spazi privati e pubblici, come la Galleria Nazionale di Varsavia – Zachęta e l'Istituto Italiano di Cultura di Varsavia. Nel 2017 è stato curatore della Biennale de La Biche. Dal 2014 scrive di arte per Artribune come corrispondente dalla Polonia. Dal 2013 al 2017 è stato redattore per Lobodilattice. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali. Sempre per Artribune cura Fantagraphic, la rubrica di fumetti del sito.