Fantagraphic. La dem americana Alexandria Ocasio-Cortez diventa un fumetto

Dopo essere stata eletta a soli ventinove anni al Congresso divenendo la più giovane parlamentare della storia americana, Alexandria Ocasio-Cortez si appresta a conquistare anche il mondo del fumetto. Due volumi sono infatti in arrivo per Devil’s Due Comics, casa editrice già nota per un fumetto su Obama

Alexandria Ocasio Cortez con il fumetto Alexandria Ocasio Cortez and the Freshman Force (Devil's Due Comics, 2019)
Alexandria Ocasio Cortez con il fumetto Alexandria Ocasio Cortez and the Freshman Force (Devil's Due Comics, 2019)

Il racconto è il motore della politica da sempre: un po’ come facevano i macchinisti con il carbone dentro i motori dei treni a vapore, così i politici di oggi usano lo storytelling come combustibile della loro esperienza pubblica. Slogan immaginifici e biografie toccanti sono l’arma consueta per entrare in empatia col pubblico. Perché non bastano i contenuti: abbiamo bisogno di storie, di un racconto da ascoltare.
Gli esempi di rappresentanti che hanno usato la political narrative come arma vincente sono tanti. Tra i più roboanti e retorici, sicuramente quelli di Barack Obama – il presidente con le Sneakers – e di Donald Trump – il grande imprenditore arrivato alla Casa Bianca. Ognuno, a suo modo, ha raccontato una storia, o si è lasciato raccontare dall’immaginario collettivo.
Ma c’è una nuova figura nella politica internazionale che con le sue idee progressiste e le sue vicende biografiche sta attirando su di sé l’attenzione dei media di tutto il mondo: si tratta di Alexandria Ocasio-Cortez, nuova eroina della politica a stelle e strisce.

Dettaglio della copertina di uno dei due volumi del fumetto
Dettaglio della copertina di uno dei due volumi del fumetto

OCASIO-CORTEZ. DAL BRONX AL CONGRESSO

Nata nel Bronx da una famiglia di immigrati portoricani della working class, laureata alla Northeast, e cameriera in un ristorantino di tacos fino a poco prima di vincere nel 14° distretto di New York, Ocasio-Cortez è una delle figure più interessanti del partito democratico. Affascinante e normalissima (col suo stile millenial) l’attivista e politica dem ha già fatto parlare molto di sé, avvicinando alla sua storia giovani elettori e divenendo in qualche modo l’esempio di un approccio nuovo e determinato alla deriva dell’occidente contemporaneo. Vedremo in futuro come Alexandria Ocasio-Cortez sarà capace di confermare le aspettative dei suoi sostenitori; quello che è certo, ad oggi, è che la sua figura continua ad attrarre consenso e la sua storia continua ad appassionare l’America.

ARRIVA IL FUMETTO DELLA DEVIL’S

È così che dopo il riscontro mediatico garantito da articoli, da una pagina Instagram abilmente aggiornata, dal documentario Knock Down the House (presentato durante l’ultima edizione del Sundance Film Festival e recentemente acquistato da Netflix), l’attivista ventinovenne sta per conquistare anche il mondo dei fumetti: sembra infatti imminente l’arrivo di una raccolta di storie che vedrà come protagonista la rappresentante del congresso.

IL PRIMO VOLUME DELLA GRAPHIC NOVEL A MAGGIO

Il titolo della serie sarà Alexandria Ocasio-Cortez and the Freshman Force e verrà pubblicato dalla Devil’s Due Comics in due volumi, il primo dei quali disponibile da maggio 2019. Per ora i dettagli noti sono pochi. L’editore descrive il fumetto come “una satira che mette nel mirino Washington, senza risparmiare nessuno” sottolineando che “la Ocasio-Cortez non è stata coinvolta nel progetto”.
Eppure la stessa Ocasio-Cortez aveva già rivelato proprio sui social la sua passione per i comics, rispondendo seccamente al commento di un oppositore con una citazione di Alan Moore – il fumettista britannico autore di capolavori tra cui Watchmen, The Killing Joke e V for Vendetta.
Il fumetto raccoglierà una serie di racconti realizzati da autori come Jill Thompson (I piccoli Eterni, Strega madrina), Dean Haspiel (Cuba-La mia rivoluzione, L’Alcolista), Jose Garibaldi (MAD, Jingle Belle) e Tim Seeley (Batman Eternal, Nightwing), assieme a giochi enigmistici e altro ancora. I ricavi della vendita del libro andranno inoltre alle organizzazioni no profit United Services Organization e Raices Texas, che si occupano di supporto legale alle famiglie di immigrati, ai bambini e ai rifugiati.

– Alex Urso

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Brera. Laureato in Lettere Moderne presso le Università di Macerata e Bologna. Attualmente vive a Varsavia. I suoi interessi in ambito critico e curatoriale sono prevalentemente rivolti all'investigazione e alla concezione di punti di incontro tra artisti e istituzioni italiane e polacche. In questi anni Urso ha collaborato con spazi privati e pubblici, come la Galleria Nazionale di Varsavia – Zachęta e l'Istituto Italiano di Cultura di Varsavia. Nel 2017 è stato curatore della Biennale de La Biche. Dal 2014 scrive di arte per Artribune come corrispondente dalla Polonia. Dal 2013 al 2017 è stato redattore per Lobodilattice. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali. Sempre per Artribune cura Fantagraphic, la rubrica di fumetti del sito.

LEAVE A REPLY