Catastrofi sussurrate. Il libro di Sara Giannini e Jacopo Miliani

Sara Giannini e Jacopo Miliani tracciano una storia di liberazione attraverso il corpo e l’arte nel loro “Whispering Catatrosphe”.

Jacopo Miliani & Sara Giannini – Whispering Catastrophe (SelfPleasurePublishing, Milano 2018) _quarta di cover
Jacopo Miliani & Sara Giannini – Whispering Catastrophe (SelfPleasurePublishing, Milano 2018) _quarta di cover

È una straordinaria raccolta di saggi visivi e scritti Whispering Catastrophe, progetto editoriale nato dalla collaborazione fra l’artista Jacopo Miliani e la curatrice Sara Giannini. I due autori definiscono un itinerario curioso e sorprendente attraverso le tante definizioni dell’amore tra uomo e uomo in Giappone, con focus specifici sulla censura nell’immagine del corpo maschile e sulla storia dell’editoria  queer.
Tutto si apre con l’affermazione: “Cosa non sei è più importante di ciò che sei”. Un immediato riferimento alla metafora della catastrofe: atto finale e risolutivo della tragedia greca in cui ogni situazione si trova capovolta. Proprio i continui ribaltamenti linguistici e semantici caratterizzano questo viaggio di scoperta iniziato a Tokyo nel giugno 2013. Una notte gli autori, durante una passeggiata per le strade di Shinjuku Ni-chōme, hanno trovato una vecchia rivista gay che rivela un mondo di censure dirette e indirette che stimolano la creatività.
Questo incontro casuale con la censura e il desiderio erotico ha avviato una lunga ricerca sulle strategie linguistiche da parte della comunità gay giapponese in diversi momenti storici. Il libro è il risultato del viaggio all’interno di una lingua a loro sconosciuta, che si è sviluppata attraverso voci, maschere e traduzioni. Dai sussurri erotici dell’attivista Tōgō Ken alle immagini sull’occultismo nella rivista  Le Sang et La Rose, il libro segue i passaggi di un linguaggio che adotta le parole e le trasforma. Continui riferimenti alla cultura greca classica permeano l’immaginario gay giapponese e l’antica Grecia è evocata sin dalla copertina in pinky camp con capitello dorico stilizzato.

Jacopo Miliani & Sara Giannini – Whispering Catastrophe (SelfPleasurePublishing, Milano 2018)
Jacopo Miliani & Sara Giannini – Whispering Catastrophe (SelfPleasurePublishing, Milano 2018)

IL LIBRO

Whispering Catastrophe  raccoglie cinque saggi inediti di Giannini e Miliani, corredati da illustrazioni tratte da vecchie e rarissime riviste underground, libri e altri materiali visivi di fotografi come Tamotsu Yatō o di figure come Kurō Haga. Il volume è pubblicato da SelfPleasurePublishing, progetto editoriale incentrato sul rapporto tra omosessualità e linguaggio curato dallo stesso Miliani. Emerge un affresco disperatamente estetizzante intriso di riti e miti che percorrono la cultura giapponese.
Una ricerca dettata dalle implicazioni teatrali che si intrecciano con i particolari interessi degli autori. Il linguaggio verbale e quello visivo danno forma a un gioco di svelamento del lato nascosto delle parole e dei corpi che in esse si liberano. Sono tanti i riferimenti letterari e spaziano da Carmelo Bene a Mishima passando per Dostoevskij. Proprio lo scrittore giapponese mette al centro della sua opera l’ambiguità della catastrofe come strategia di aggiramento ed emancipazione.
L’interessante ricerca di Giannini e Miliani intercetta e decifra l’immaginario della cultura omosessuale giapponese: attraverso preziosi e rari documenti ci viene restituita la profondità di un universo che conduce oltre i determinismi di genere e preferenza sessuale. Un affresco popolato da desideri e sofferenze che, come in uno spettacolo teatrale, non è mai fermo o identico, ma può spostarsi e variare fino a farci entrare dentro un mondo apparentemente lontano.

Marco Petroni

Jacopo Miliani & Sara Giannini – Whispering Catastrophe
SelfPleasurePublishing, Milano 2018
Pagg. 212, s.i.p.
ISBN 9789198427004
www.jacopomiliani.info

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #50

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

Dati correlati
AutoreJacopo Miliani
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Marco Petroni
Marco Petroni, teorico e critico del design. Ha collaborato con La Repubblica Bari, ha diretto le riviste Design Plaza, Casamiadecor, ha curato la rubrica Sud su Abitare.it, è stato redattore di FlashArt. Collabora con l'edizione online di Domus. Curatore senior presso il centro di ricerca museale Plart di Napoli. Sviluppa progetti curatoriali innovativi ed eventi legati ai temi della cultura del progetto con un approccio transdisciplinare come Botanica di Studio Formafantasma, Naturally combined di Mischer'Traxler, The future of Plastic di Officina Corpuscoli e altri. Ha pubblicato vari saggi tra cui Mondi Possibili, appunti di teoria del design (Edizioni Temporale), Going real, il valore del progetto nell'epoca del postcapitalismo (Planar Books). Ha tenuto lezioni presso Naba Milano, Design Academy Eindhoven, London Design Museum. Attualmente insegna Storia del design presso l'Accademia Belle Arti di Napoli e Communication for fashion al Politecnico di Milano.