Book Pride Genova 2018. A Palazzo Ducale 5 eventi alla fiera dell’editoria indipendente in Italia

Dopo le quattro edizioni milanesi e il grande successo ottenuto a Genova lo scorso anno, torna nel capoluogo ligure la Fiera Nazionale dell’editoria indipendente. Ecco 5 eventi da non perdere

Teatro della Tosse, Genova, ph Twice25Rinina25, fonte wikipedia
Teatro della Tosse, Genova, ph Twice25Rinina25, fonte wikipedia

 

Prosegue il viaggio di Book Pride per l’Italia, per promuovere la lettura e dare visibilità all’editoria indipendente italiana. Dopo le quattro edizioni milanesi e il grande successo ottenuto a Genova lo scorso anno, la Fiera Nazionale dell’editoria indipendente organizzata da ODEI – Osservatorio degli Editori Indipendenti, torna per la seconda volta nel capoluogo ligure, dal 28 al 30 settembre nella sede di Palazzo Ducale. E lo fa all’insegna del tema Tutti i viventi, che vuole aderire in maniera profonda ai sentimenti della città di Genova a poco più di un mese dal crollo del Ponte Morandi. A Genova saranno presenti oltre 80 case editrici di tutta Italia, con un’importante rappresentanza dell’editoria ligure, e il coinvolgimento per la prima volta di spazi e realtà culturali genovesi particolarmente rinomati e attivi sul territorio col Book Pride Off. È un ritorno, invece, quello del Book Young, lo spazio dedicato a bambini e ragazzi. Ci sarà spazio anche per le mostre, come quella dedicata alla compagna di Diabolik, Eva Kant e per gli incontri, come quello in occasione del ventennale dalla morte di Bruno Munari che vedrà tra i protagonisti il nostro Maurizio Ceccato, autore di tutte le cover dell’inserto di Artribune, Grandi Mostre. Ecco una selezione degli eventi principali…

Claudia Giraud

https://bookpride.net

1. LE MOSTRE: L’EVOLUZIONE DI EVA KANT, COMPAGNA DI DIABOLIK

Eva Kant, ph Gianfranco Goria, fonte Flickr

A Palazzo Ducale sarà allestita nei giorni di Book Pride una ricca mostra a cura di Astorina e Romics, interamente dedicata alla compagna di Diabolik e alla sua evoluzione: da sofisticata lady a spigliata donna dei nostri tempi. Eva Kant ha subito una trasformazione che l’ha portata a diventare sempre più protagonista, senza peraltro rinunciare alla propria femminilità, ai propri slanci passionali, e alla propria istintiva sensibilità. Un cammino iniziato nell’edizione di aprile di Romics, dove uno dei temi principali è stata la donna e le sue espressioni nella contemporaneità, con eventi di live drawing realizzati da grandi artiste italiane. Book Pride di Genova continua il percorso focalizzato sulla donna mettendo in luce la straordinaria figura di Eva Kant, mentre a Romics di ottobre prosegue il percorso su Diabolik con una mostra tutta dedicata ai ladri più affascinanti del fumetto italiano.

https://www.romics.it

2. LE MOSTRE: LE TAVOLE DEL GRAPHIC NOVEL SULLA NAVE AQUARIUS

Frame dal graphic novel La salvezza, fonte pagina Facebook Book Pride

Salvezza, la mostra basata sull’omonima graphic novel (Feltrinelli Comics) del giornalista e segretario generale del Partito Comunista Marco Rizzo e del fumettista e illustratore Lelio Bonaccorso, racconta tre settimane nel 2017 a bordo della Aquarius, la nave da ricerca e soccorso dell’organizzazione non governativa internazionale SOS Méditerranée, per seguire il lavoro dell’ONG durante le operazioni di salvataggio dei migranti nel mare Mediterraneo. La mostra è prodotta dal festival La Grande Invasione in collaborazione con BOOK-ing e Sos Mediterranéè Italia, con il sostegno di La Frontiera, il progetto ideato da Alessandro Leogrande – insieme a Elena Stancanelli e in collaborazione con Radio Tre, la Repubblica, Piccoli Maestri e la casa editrice Laterza – per provare a ridefinire lessico e immaginario delle migrazioni.

3. GLI INCONTRI: MAURIZIO CECCATO PER I 20 ANNI DALLA MORTE DI MUNARI

Bruno Munari

Maurizio Ceccato, fiore all’occhiello del design made in Italy applicato all’editoria, sarà protagonista di due incontri. Il primo lo vedrà interloquire di copertine e grafica editoriale nell’ambito di Carta Inchiostro Colore – l’appuntamento nato in collaborazione con il Circolo dei Lettori di Torino, composto da tre lezioni d’autore, rivolte in particolare agli studenti, nel corso delle quali il libro viene raccontato nella sua concretezza di oggetto, nella sua anatomia e nella sua fisiologia, discutendo dunque di ciò che è materialmente: carta, inchiostro, colore. Nel secondo, sarà invece invitato, insieme a Alberto Cerchi, Pietro Corraini, Coca Frigerio, Letizia Iannaccone a dialogare sull’opera di Bruno Munari – tra i più grandi artisti del nostro Novecento – nel ventennale della sua scomparsa, avvenuta a Milano il 29 settembre 1998. Modera l’incontro Barbara Schiaffino.

4. BOOK YOUNG: INCONTRI E LABORATORI CON SCRITTORI, ILLUSTRATORI, ATELIERISTI

Armando Quintero – Marco Somà, Si può dire senza voce, fonte pagina Facebook Book Pride

Torna anche quest’anno lo spazio pensato per i lettori più giovani – da 0 a 16 anni – e curato, nel suo programma di appuntamenti, da Andersen, la rivista e il premio dei libri per ragazzi, e dall’econegozio La Formica, con la collaborazione degli editori e di realtà del territorio da sempre impegnate nella promozione ed educazione alla lettura. In programma anche tre appuntamenti sulla letteratura contemporanea per l’infanzia: l’incontro Ascolto con gli occhi e guardo con le orecchie sugli intrecci tra immagini, musica e parole nell’albo illustrato con Elisabetta Garilli e Elisa Carusi e l’inaugurazione della mostra delle tavole di Gianni De Conno per Il buon viaggio di Beatrice Masini, libro vincitore del Premio Speciale della Giuria al Premio Andersen 2018. Da segnalare anche Si può dire senza voce, il laboratorio dell’illustratore Marco Somà, basato sul libro scritto da Armando Quintero e pubblicato da Glifo Edizioni che vuole dimostrare come il contatto fisico sia imprescindibile per lo sviluppo emozionale dei più piccoli.

5. BOOK PRIDE OFF NEGLI SPAZI GENOVESI

Teatro della Tosse, Genova, ph Twice25Rinina25, fonte wikipedia

Un ricco calendario di appuntamenti serali in alcuni spazi genovesi e in collaborazione con le più vivaci realtà culturali del territorio, fra i quali il Luzzati Lab, Teatro Altrove, le librerie Bookowski, falsoDemetrio, Book Morning e Kowalski, La Claque (Teatro della Tosse), il pub Dallorso.

Dati correlati
Spazio espositivoPALAZZO DUCALE DI GENOVA
IndirizzoPiazza Giacomo Matteotti 9 - Genova - Liguria
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).