Al Metropolitan di New York una donazione da 125 milioni: si restaura un’ala del museo

A elargire la generosissima somma i coniugi Oscar Tang e Agnes Hsu-Tang, finanziere e storica dell’arte di origine cinese che da decenni supportano il museo. I 125 milioni di dollari permetteranno al Met di ristrutturare l’ala dell’edificio destinata all’arte moderna e contemporanea

Metropolitan Museum, New York
Metropolitan Museum, New York

125 milioni di dollari per ristrutturare l’ala del museo dedicata all’arte moderna. Ammonta a una cifra vertiginosa la donazione che il Met di New York ha ricevuto dai coniugi Oscar Tang e Agnes Hsu-Tang, rispettivamente finanziere e membro del Consiglio di Amministrazione dell’istituzione e archeologa e storica dell’arte. Una somma con la quale alcuni importanti musei italiani vanno avanti cinquant’anni! “Con questo straordinaria donazione, Oscar e Agnes consentono al Met di realizzare la sua ambiziosa missione per le generazioni future”, ha dichiarato Daniel H. Weiss, Presidente e CEO del Met. “La loro generosità, sebbene eccezionale per portata e visione, non è una sorpresa, poiché è un’estensione del loro sostegno decennale al nostro Museo. In effetti, in 151 anni, il Met è stato costruito proprio in questo modo, grazie al supporto di persone straordinarie che hanno visione e passione per rendere possibile a tutti i newyorkesi, così come ai visitatori di tutto il mondo, di fruire l’arte attraverso 5000 anni di storia umana”. La nuova ala, appena terminati i lavori, sarà immancabilmente intitolata a Oscar Tang e Agnes Hsu-Tang.

DONATI AL MET 125 MILIONI DI DOLLARI

La donazione permetterà così al Met di ristrutturare l’ala moderna del museo, attraverso la realizzazione di quasi 7500 metri quadrati di nuove gallerie e spazi espositivi destinati all’arte moderna e contemporanea. Questi lavori fanno parte del grande progetto di rinnovamento che il Met porta avanti da oltre un decennio, tra difficoltà e turbolenze di natura finanziaria gestiste a partire dal 2018, anno del suo arrivo al Met, dal direttore Max Hollein. “I successi e la generosità di Oscar e Agnes sono straordinari. È un onore dare vita a un nuovo progetto in uno spazio a loro intitolato che permetterà di celebrare e valorizzare l’arte delle culture moderne e contemporanee nel contesto della collezione del Met”, ha dichiarato Hollein. “La ristrutturazione di queste gallerie consentirà al Museo di avvicinarsi all’arte del XX e del XXI secolo da una prospettiva globale, enciclopedica, audace e sorprendente, tutti valori che riflettono l’eredità di Oscar e Agnes”. Entro l’inverno del 2022, il comitato di responsabili e amministratori del museo selezionerà lo studio di architettura che realizzerà il progetto.

DONAZIONI AL METROPOLITAN DI NEW YORK: OSCAR TANG E AGNES HSU-TANG

Non è peraltro la prima volta che la coppia di benefattori e collezionisti si adopera a sostenere il museo newyorchese. Tang – nato a Shanghai e da bambino fuggito negli Stati Uniti – è Presidente dell’Asian Art Visiting Committee del Met, mentre Agnes Hsu-Tang è membro del Modern and Contemporary Visiting Committee, ed entrambi si sono sempre impegnati in donazioni, sostenuto acquisizioni e mostre. “Da ragazzo, sono scappato dalla guerra e l’America mi ha dato rifugio, istruzione e opportunità per avere successo”, racconta Tang. “Sono entrato a far parte del consiglio di amministrazione del Met quasi 30 anni fa e volevo condividere la ricchezza della mia eredità cinese con l’America e il mondo”. La coppia inoltre ha dichiarato: “dati gli anni turbolenti, troviamo che il Metropolitan Museum of Art sia un esemplare custode dei patrimoni artistici di culture e tempi diversi. L’arte contemporanea trascende le nozioni radicate di confini e identità e documenta le storie del presente. Come americani di origine cinese, siamo onorati di concedere questo dono per sostenere il progresso, per il Met, per New York e per il Paese cui apparteniamo”. Mecenati e supporter che molti musei nel mondo vorrebbero poter vantare…

– Desirée Maida

www.metmuseum.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.