La villa palladiana Chiswick House di Londra diventa un centro d’arte contemporanea

Si chiama Bring Into Being il programma artistico che accoglierà i visitatori fino a ottobre 2021, invitandoli a connettersi con il passato e il presente di questo affascinante sito culturale. Al centro le installazioni di Mark Wallinger (vincitore del Turner Prize), Peter Adjaye e Jaimini Patel.

Chiswick House & Gardens Londra
Chiswick House & Gardens Londra

Riaprirà dal 17 maggio 2021 Chiswick House & Gardens, rinnovando la sua storica veste. La villa palladiana, progettata dall’architetto Samuel Ware nel 1813 e gestita oggi dall’ente benefico Chiswick House & Gardens Trust, si apre al contemporaneo, con l’obiettivo di “diventare uno spazio ibrido che supporta diverse forme di pratiche creative”. Il titolo del nuovo programma culturale, curato da Mariam Zulfiqar, è Bring Into Being e coinvolge tre installazioni artistiche site-specific commissionate dall’organizzazione no profit a Mark Wallinger, vincitore del Turner Prize, Peter Adjaye, musicista elettronico e sound artist anglo ghanese e Jaimini Patel, che espone un’opera composta da materiali organici. “Le prossime mostre mirano a fornire un veicolo per esplorare le sfide personali, sociali e ambientali del XXI secolo nell’ambiente storico di Chiswick House & Gardens”, spiegano gli organizzatori. “Consentendoci di riflettere sull’anno passato e sulle sfide che la pandemia ci ha portato come società, Chiswick House invita i visitatori a riconnettersi con se stessi, con gli altri e con il mondo naturale”.

Jaimini Patel
Jaimini Patel

BRING INTO BEING A CHISWICK HOUSE & GARDENS

Le opere saranno diffuse nella villa e nei giardini, creando un percorso attraverso l’importante patrimonio di Chiswick House & Gardens. L’intervento di Peter Adjaye è un soundscape (ovvero un panorama sonoro) dal titolo We Bear the Light of the Earth In Red, Green, Brown and Black (2021), fruibile attraverso QR code in quattro punti della villa. È stato creato in collaborazione con musicisti internazionale la cui ricerca sonora è incentrata su stili e strumenti differenti, con musiche ispirate soprattutto alla cultura dell’Asia meridionale e dell’Africa occidentale. Di Jaimini Patel è, invece, Matter as the densest form of energy – energy as the lightest form of matter (2021), un’installazione creata con elementi organici e deperibili raccolti dai campi di Chiswick con l’aiuto dei giardinieri, che muterà con il passare delle stagioni. L’opera occupa due stanze all’interno della villa ed è realizzata attraverso la raccolta, l’essiccazione, la pressatura e il congelamento delle foglie da parte dell’artista, una riflessione sul desiderio umano di permanenza in un mondo naturale in continua evoluzione. Infine, Mark Wallinger ha concepito il suo lavoro British Summer Time per inserirsi nel parco di Chiswick House & Gardens: una meridiana “umana” che si completa con l’ombra del visitatore, invitato a interagire con l’opera, accompagnata dal suono di un carillon che emette il suono di un valzer. Si tratta della celebrazione dei mesi estivi e della gioia di stare fuori godendo della luce del sole, evocata attraverso il proprio corpo e gli elementi naturali.

Peter Adjaye
Peter Adjaye

IL PROGRAMMA ESTIVO DI CHISWICK HOUSE & GARDENS

Bring into Being è stato concepito come un programma atto a testare le potenzialità di Chiswick House & Gardens, un sito dalla valenza storica, per certi aspetti legato al passato”, ha spiegato la curatrice Mariam Zulfiqar. “Stiamo sperimentando diverse forme di attività per vedere che tipo di futuro potrebbe avere questo luogo; le idee di artisti, musicisti, scienziati e altri professionisti creativi sono fondamentali per generare nuove forme di connessione tra le persone e questo sito“. Durante i mesi estivi Chiswick House & Gardens proporrà una serie di laboratori guidati dall’artista tessile Yiran Duan, dal fotografo Jasprit Singh, dall’architetto e istruttore di yoga Lauren Dutton e un workshop guidato dall’artista e collaboratore di Bjork Ansuman Biswas con il fisico Chamkaur Ghag. Tutti gli eventi sono aperti al pubblico e dal 20 aprile sono disponibili online i biglietti per il weekend di apertura degli eventi e l’ingresso all’House and Kitchen Garden.

– Giulia Ronchi

BRING INTO BEING
CHISWICK HOUSE & GARDENS
Dal 17 maggio al 31 ottobre 2021

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.