Ottocento veneto a New York. Immagini della mostra all’Istituto Italiano di Cultura

La mostra sull’Ottocento veneto all’IIC newyorchese si inserisce tra gli eventi del festival di musica e arte voluto dalla Carnegie Hall di New York per celebrare Venezia e la sua cultura

Giovanni Boldini, Venezia, Punta della Dogana
Giovanni Boldini, Venezia, Punta della Dogana

Se nella natura di un Istituto di Cultura all’estero c’è anche il diversificare le proposte, presentando i vari ambiti culturali del proprio Paese – dalla letteratura, alla musica fino alle arti visive – in un contesto internazionale, l’Istituto Italiano di Cultura di New York pare compiere appieno la propria missione: attivissimo sul fronte della promozione dei giovani artisti italiani con il Premio NY, e in precedenza con il Premio Gotham, ora si presenta anche come vetrina per l’arte italica storicizzata. E rafforza la collaborazione con altri soggetti, come diceva in una nostra intervista il direttore del Giorgio van Straten, che ora muove proprio in questa direzione: la prossima esposizione Memories of Serenissima sarà, infatti, organizzata in concomitanza con le grandi celebrazioni di Venezia alla Carnegie Hall. Music and Arts from The Venetian Republic: questo il nome del festival voluto dalla celebre sala da concerto newyorchese, in collaborazione con l’Ambasciata italiana a Washington, il Consolato generale d’Italia e lo stesso IIC di New York. Un’iniziativa che fino al 21 febbraio prevede una serie di concerti dei più grandi compositori veneti, ed eventi sparsi in tutta la città, tra cui tavole rotonde, spettacoli teatrali e mostre d’arte.

MACCHIAIOLI, NAPOLETANI, VENEZIANI

Proprio come questa esposizione che, dopo il grande successo di pubblico e critica riscosso all’IIC da The Macchiaioli nell’ottobre del 2014 e da The light of Southern Italy – sulla scuola di pittura napoletana del XIX secolo – nel 2015, conclude un percorso sulla pittura italiana dell’Ottocento, curato sempre da Marco Bertoli, consulente di Christie’s a New York. In quest’ultima mostra il curatore celebra la città di Venezia con un prezioso nucleo di dipinti prestati da collezioni private, presentando per la prima volta negli Stati Uniti la pittura veneta dell’Ottocento e del primo Novecento, con opere di artisti come Guglielmo Ciardi, Federico Zandomeneghi e Giovanni Boldini. Eccone una selezione nella fotogallery…

Memories of Serenissima. 19th century artists in Venice
a cura di Marco Bertoli
2 febbraio -2 marzo 2017
Istituto Italiano di Cultura di New York
686 Park Ave, New York, NY 10021
http://www.iicnewyork.esteri.it/IIC_NewYork/it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.