La stilista britannica Zandra Rhodes è al centro della mostra in corso al Fashion and Textile Museum di Londra. Un viaggio alla scoperta di una designer rivoluzionaria.
Mentre sugli Champs-Élysées infuriava il decimo weekend dei gilets jaunes, Chitose Abe, Demna Gvasalia e Junya Watanabe hanno illuminato la fashion week parigina.
È ancora forte l’eco delle polemiche esplose prima di Natale, mentre sul mondo della moda piombava una tegola pesantissima: il Comune di Roma annunciava, a sorpresa, la sua uscita dalla società che ha in carico AltaRoma, l’ormai storica fashion...
Biotecnologie e moda, connubio in apparenza impossibile ma che negli ultimi anni sta prendendo piede anche presso i grandi brand. La riflessione di Aldo Premoli
Ha vinto gli Asia Awards 2013. Gianluca Traina è italiano, per la precisione palermitano, e non ha ancora trent’anni. La sue contaminazione fra arte e moda per un'opera 3d artigianale entusiasma gli asiatici.
“A 97 anni lavoro ancora tutti i giorni, è la mia ragione d'essere e di esistere. Il mio progetto è continuare a vivere, voglio passare i 100 e ricominciare”, dice con voce sottile e calma Pierre Cardin, a Venezia...
Moda e inquinamento, ormai, sono profondamente legati. Quali strategie bisogna adottare per riportare l’attenzione sulla sostenibilità?
Spenti i riflettori su AltaRoma, che per quattro giorni ha animato la capitale, è tempo di bilanci e considerazioni. Ecco gli eventi, le mostre, le performance che abbiamo più amato.
Si parte venerdì il 22 febbraio alle 14, a Milano, in Piazza Duomo, presso la scalinata centrale. Da qui prende il via una “non sfilata” a tappe, attraverso alcuni punti nevralgici del centro di Milano. Protagoniste dell’azione sono donne di tutte...
Creazioni di haute couture, passerelle scintillanti e collezioni entrate nella Storia, ma anche talento sartoriale, impegno, fatica e competizione. Queste – e molte altre – sono le sfumature che compongono il rutilante mondo della moda, cui Sky Arte HD...
Metti un condor al posto del coccodrillo più famoso del fashion world. Oppure una tigre, una tartaruga, un’iguana. Lacoste osa, nel nome dell’impegno animalista e ambientalista, cancellando il suo mitico marchio per una collezione speciale. E l’idea è vincente.
S’è preso un bel rischio: con quel nome un po’ così, guascone, che se fosse andata male glielo avrebbero rinfacciato a forza di sfottò. Come avevano provato a fare i soloni preventivi, anche attraverso i soliti sapidi commenti su...

I PIÙ LETTI