Arte urbana agli Uffizi. È un’opera di Endless, protagonista anche a Cortina ai Mondiali di Sci

Si tratta di una donazione dello street artist britannico che ha creato appositamente per il museo fiorentino un “Autoritratto” in compagnia di Gilbert & George: l’urban art entra per la prima volta nelle collezioni degli Uffizi

Endless_Ski_World_Cup_2021_Powder_To_The_People_Cris_Contini_Contemporary_Art_Gallery
Endless_Ski_World_Cup_2021_Powder_To_The_People_Cris_Contini_Contemporary_Art_Gallery

L’arte urbana entra per la prima volta nelle collezioni degli Uffizi grazie alla donazione di uno street artist. Si tratta del britannico Endless che ha creato appositamente per il museo fiorentino, Autoritratto: un’opera a tecnica mista che raffigura l’autore insieme a una celebre coppia dell’arte contemporanea, Gilbert & George, all’interno del loro studio. Cuore dell’opera è una fotografia originale scattata dal fotografo londinese Noel Shelley secondo le direttive dello street artist. In essa si vedono sia Gilbert & George nella loro consueta posa da sculture viventi, sia Endless mentre legge una copia di una rivista che gli copre il volto: è un riferimento all’anonimato, cardine della cultura della street art. “Nella sua arte Endless propone una fusione originale tra punk e pop, che nell’autoritratto si estende all’arte concettuale”, dichiara il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt. “Osservando, nelle collezioni storiche degli Uffizi, come i granduchi Medici fossero avidi di accaparrarsi le ultime novità – anche le più ardite – prodotte sulla scena artistica, penso che oggi sarebbero felici di vedere l’opera di Endless entrare nelle raccolte che loro hanno con tanta cura iniziato e incrementato, secoli fa”.

Endless Autoritratto
Endless Autoritratto

CHI È ENDLESS

Di base a Londra, dove ha iniziato a dipingere i muri della città come se fossero delle tele, Endless nei suoi lavori raffigura elementi chiave della società attuale, concentrandosi su alcuni aspetti come l’adorazione dei brand, la pubblicità, il consumismo e la cultura delle celebrità. Vanta numerose collaborazioni con artisti internazionali tra cui Gilbert & George e grandi marchi della moda quali Karl Lagerfeld, Clarks e Fiorucci. Pur continuando a dedicare gran parte del suo tempo alla street-art, i suoi lavori più esclusivi si possono trovare nelle gallerie di Londra e Porto Montenegro presso la Cris Contini Contemporary, così come nelle case dei collezionisti importanti a livello internazionale.

ENDLESS A CORTINA PER I MONDIALI DI SCI

In questi giorni Endless è protagonista anche a Cortina d’Ampezzo, dove ha ricevuto l’incarico di dipingere un murale nella famosa località dolomitica, in occasione dei Mondiali di Sci Alpino 2021 in corso fino al 21 febbraio con un pubblico internazionale di milioni di spettatori. Per celebrare l’importanza di questo sport, E Distribuzione, con il patrocinio del Comune di Cortina d’Ampezzo e di Fondazione 2021, ha commissionato all’artista la realizzazione di un murale nel cuore del paese che rappresenta un’iconica copertina di una famosa rivista patinata, con la foto vintage di una sciatrice. Il titolo dell’opera è Powder To The People, nella quale Endless ha adornato la giacca da sci con il proprio logo e ha poi ultimato il lavoro con ironici ritagli di titoli di giornale legati all’evento sciistico.

– Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).