Street Art per il nuovo francobollo Vaticano. Ecco chi è l’autore (ignaro) dell’opera

Mauro Olivieri, dell’Ufficio filatelico e numismatico Vaticano, ha svelato il nuovo francobollo celebrativo della Pasqua 2020, una rielaborazione formato poster dell’Ascensione di Heinrich Hofmann. La Santa Sede dimentica però di rintracciare e citare l’autore, l’artista Alessia Babrow.

Il nuovo francobollo del Vaticano per Pasqua 2021

Il francobollo da 1,15 euro dedicato alla Santa Pasqua 2020 raffigura una rielaborazione – in forma di street art – dell’Ascensione di Heinrich Hofmann (1824-1911) situata a Roma, nei pressi di Ponte Vittorio Emanuele II”. Il sito dell’Ufficio filatelico e numismatico (www.ufn.va) pubblicizza così la nuova emissione da 1,15 €, capace di unire la tradizione dell’arte sacra ottocentesca alla sensibilità contemporanea. Nella versione di strada l’opera di Hofmann conserva il proprio potere di suggestione e il motto secolare Just do It che campeggia sulla veste del Redentore deve essere stato recepito in pieno dai responsabili vaticani, bravi a rischiare la scelta innovativa. Il programma di rinnovamento della Chiesa di papa Francesco, nello sforzo di scendere dal proprio piedistallo istituzionale, abbraccia così anche la vasta cassa di risonanza del linguaggio figurativo contemporaneo, pur mantenendo intatta la propria vocazione al mistero. Il poster non firmato, adocchiato in motorino dal direttore dell’Ufficio filatelico Mauro Olivieri, sarà infatti riprodotto in circa ottantamila esemplari di carta valore ma nessun cenno è dedicato al suo anonimo autore, la cui ricerca è affidata a un successivo passaparola. Rispondiamo alla poco ardua impresa con il nome di Alessia Babrow, prima ignara street artist a (non) firmare un francobollo ufficiale vaticano.

Raffaele Orlando

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Raffaele Orlando
Raffaele Orlando è nato a Benevento nel 1986. Sannita con influenze magnogreche maturate a Napoli durante gli anni di studio, archeologo con interessi per la museologia e la scrittura creativa. Ha svolto attività di progettazione mostre e percorsi museali alla Reggia di Caserta grazie al bando MiBACT “150 giovani per la cultura”. Oggi vive e lavora a Roma con l'obiettivo di ricostruire aspetti della vita quotidiana in antico e nella contemporaneità.