40 anni di street art. A Singapore per la prima volta grandi nomi dell’arte urbana internazionale

Da Banksy a Shepard Fairey, tutti gli street artist più noti al mondo insieme per celebrare l’evoluzione dei graffiti in arte contemporanea. Una mostra curata dalla gallerista Magda Danysz presso l’ArtScience Museum nel sud est asiatico.

Per la prima volta, alcuni dei principali street artist internazionali arriveranno a Singapore. Merito di Magda Danysz, la gallerista – con spazi a Parigi, Shanghai, Londra – da sempre attenta ai fenomeni di street art che nei primi anni 2000 ha portato sulla scena francese Shepard Fairey e che – dal 13 gennaio al 3 giugno 2018 – curerà la mostra Art from the Streets presso l’ArtScience Museum della città stato del sud est asiatico. Le 21 gallerie illuminate da luce naturale di questo museo che sorge nell‘area di Marina Bay Sands ospiteranno 40 anni di street art, dagli inizi nella controcultura statunitense degli anni’70, fino alla sua straordinaria ascesa come un importante fenomeno dell’arte contemporanea. “Art from the Streets fa vedere come la street art si sia evoluta e sia andata oltre i graffiti e le tag”, ha dichiarato Honor Harger, direttore esecutivo di ArtScience Museum, “e come ora sia riconosciuta come uno dei generi artistici più importanti del 21° secolo”. Ci saranno tutti i nomi più noti al mondo, tra cui Banksy, il già citato Shepard Fairey (aka Obey), Futura, Invader, JR, Blek le Rat, Swoon e Vhils, con murales veri e propri e materiale d’archivio. Ma la vera novità sarà il risalto dato all’arte urbana nel sud-est asiatico, con una serie di interventi dal vivo realizzati da artisti locali. Ecco le immagini.

– Claudia Giraud

Art from the Streets
Dal 13 gennaio al 3 giugno 2018
ArtScience Museum, 6 Bayfront Avenue, Singapore
http://www.marinabaysands.com/

Dati correlati
Autori Banksy, Swoon Swoon, Shepard Obey the Giant Fairey
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).