Muore a 78 anni Patrick Demarchelier. Fotografo di moda e ritrattista di Lady Diana

Il fotografo francese è morto il 31 marzo 2022. In 50 anni di carriera ha realizzato scatti per copertine di riviste di moda, campagne per grandi maison e ritratti diventati celebri

Patrick Demarchelier
Patrick Demarchelier

“È con grande tristezza che annunciamo la morte di Patrick Demarchelier, avvenuta il 31 marzo 2022, all’età di 78 anni. Lascia la moglie Mia, i suoi tre figli Gustaf, Arthur, Victor e tre nipoti”. Queste le parole con le quali, in un post su Instagram, viene annunciata la scomparsa di Patrick Demarchelier, tra i più importanti fotografi di moda e dello spettacolo, autore di copertine di riviste, album musicali e ritratti, tra i più celebri quelli realizzati – e diventati iconici – a Lady Diana, compreso lo scatto per la copertina di Vogue in occasione del suo 33esimo compleanno della principessa del Galles.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da [email protected] (@patrickdemarchelier)

VITA E FOTOGRAFIA DI PATRICK DEMARCHELIER

Nato a Le Havre nel 1943, Demarchelier in 50 anni di carriera ha realizzato le copertine di Harper’s Bazaar, Vogue, Elle, Rolling Stones, Glamour, Esquire e Arena Homme, oltre ad aver firmato campagne pubblicitarie delle principali maison di moda, come Chanel, Dior, Yves Saint Laurent, Louis Vuitton, Versace, Armani, Lacoste, Ralph Lauren, Calvin Klein, Ferré, Richmond, Revlon. Nel 2005 e 2008, inoltre, ha firmato i calendari Pirelli; sue anche le copertine per gli album di Elton John e Celine Dion. Oltre a quelli di Lady Diana, Demarchelier ha realizzato ritratti di Madonna, Angelina Jolie, Claudia Schiffer, Cindy Crawford, Kate Moss, Beyoncé.

DEMARCHELIER NE “IL DIAVOLO VESTE PRADA”

Un curioso aneddoto è legato a Demarchelier, recandogli fama anche presso un pubblico di non addetti ai lavori: ne Il Diavolo veste Prada, film del 2006 diretto da David Frankel, Miranda Priestly – interpretata da Meryl Streep – chiede alla sua neoassistente Andrea “hai chiamato Demarchelier?”, riferendosi proprio al fotografo francese.

– Desirée Maida

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.