Toscana, inquieta e malinconica. Negli scatti di Marco Paoli

Museo degli Innocenti, Firenze – fino al 10 settembre 2019. Affiancate dalle poesie di Alba Donati, le trenta opere del fotografo toscano definiscono una geografia alternativa del territorio regionale. Tra silenzi, abbandono e mistero.

Non si fa fatica a comprendere perché un numero crescente di individui avverta il desiderio di spingersi lungo percorsi inediti e segreti, soprattutto nelle terre a più alta attrazione/pressione turistica. Perdersi, addentrarsi in architetture derelitte, ridurre le distanze con le manifestazioni talvolta più inquietanti di Madre Natura sono azioni che possono condurre verso risultati dirompenti, di cui in molti avvertono la necessità. “Ho ritrovato la meraviglia, lo splendore nascosto ai più”, ha commentato il fotografo Marco Paoli (Tavarnelle Val di Pesa, 1959) in merito al progetto Hallelujah Toscana.
Prima confluite in un libro – edito da Contrasto, nel 2017 –, ora selezionate per una delle mostre promosse dall’Istituto degli Innocenti di Firenze in occasione del proprio seicentenario, le opere del fotografo classe 1959 conducono in una Toscana senza orpelli, senza colori, senza presenze umane esplicitamente dichiarate. La natura si esprime indisturbata, riconquista terreno fino a invadere ogni porzione delle inquadrature; gli edifici, sottratti al loro scopo originario, accolgono il vento, la pioggia, le foglie, le memorie del tempo, oltre alle opere di altri artisti, anche loro di passaggio. Non resta che perdersi nella contemplazione di questa velata e absconditaperiferia del paradiso”, citando il curatore Sergio Risaliti, per poi tornare a essere folla, tra le strade più battute, o diventare pellegrini in rotte ancora da tracciare.

Valentina Silvestrini

Evento correlato
Nome eventoMarco Paoli - Hallelujah Toscana
Vernissage30/05/2019 ore 18
Duratadal 30/05/2019 al 28/07/2019
AutoriMarco Paoli, Alba Donati
CuratoreSergio Risaliti
Generifotografia, personale
Spazio espositivoMUDI - MUSEO DEGLI INNOCENTI
IndirizzoPiazza Della Santissima Annunziata 12 - Firenze - Toscana
EditoreCONTRASTO
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.