Garbatella Images: lo storico quartiere di Roma negli scatti dei fotografi Zizola e Cocco

Raccontare un quartiere con la natura e i volti degli abitanti: tutto questo in un progetto e una mostra sulla Garbatella. A raccontarci il tutto è la curatrice Sara Alberani

Garbatella IMAGES. photo credits Caterina Pecchioli
Garbatella IMAGES. photo credits Caterina Pecchioli

Una mostra, talk, workshop, e visite guidate, per scoprire il quartiere romano della Garbatella con la sua storia, la sua distribuzione urbana e architettonica che riprende le città-giardino inglesi e, soprattutto, i suoi abitanti, memoria storica del luogo. Il fulcro del progetto, ideato dall’associazione culturale e galleria 10b Photography e curato dalla curatrice Sara Alberani, con il patrocinio del Municipio Roma VIII, è la mostra Abitare il Paesaggio.  Le fotografie inedite di Francesco Zizola e Giovanni Cocco dialogano con le immagini/ricordi della comunità che abita il quartiere. Il progetto si avvale della presenza e collaborazione dell’Associazione Culturale WSP Photography, Centro Anziani Pullino, Centro Anziani Commodilla, Associazione Culturale Casetta Rossa, Associazione Itaca.

IL POTERE DELLE IMMAGINI

Garbatella IMAGES esprime il potere che hanno le immagini nello spazio pubblico”, spiega ad Artribune Sara Alberani, curatrice del progetto. “C’è un via vai che anima i lotti 30 e 32 da parte dei residenti che conoscono e dove si ri-conoscono negli avvenimenti di quelle fotografie appese come panni negli stenditoi dei cortili, una selezione che è stata resa possibile grazie ai materiali d’archivio degli abitanti”. Amare e vivere il proprio quartiere vuol dire ricordare, essere la memoria del tempo e volere che il luogo continui la sua storia e muti sempre fedele alla propria identità. “Il quartiere di Garbatella possiede ancora il potere di generare una sensazione di familiarità legata allo spazio pubblico, e forse solo qui era possibile pensare a un progetto che lavorasse con la fotografia contemporanea in dialogo con quella storica-familiare”: ecco qual è lo spirito della comunità. “Oggetti personali come i panni, le biciclette, gli stendini, le sedie di casa ancora abitano i cortili e creano una dimensione sociale legata alla prossimità delle case e degli oggetti degli ‘altri’. Così, credo, sono state recepite le fotografie di Abitare il paesaggio, come oggetti personali a disposizione di un uso collettivo”.

Garbatella IMAGES, photo credits Caterina Pecchioli
Garbatella IMAGES, photo credits Caterina Pecchioli

LE ESPERIENZE DEI FOTOGRAFI

I fotografi Francesco Zizola e Giovanni Cocco hanno scelto di dedicare al quartiere in cui lavorano una produzione fotografica inedita. “Su un uguale tipo di narrazione intima del quartiere si sono mossi Francesco Zizola e Giovanni Cocco, andando entrambi al di là della retorica estetica che accompagna l’area dei lotti”, dichiara la curatrice. “Le piante dei cortili ritratte da Cocco sono ‘la matita della natura’ di William Talbot espressa attraverso la fotografia. Sospese per sottrazione dello sfondo, sotto l’esposizione perfetta della luce, sono come dipinte nell’oscurità della notte, senza tempo. La sua ricerca sulle piante ha impresso la ricchissima biodiversità presente nel quartiere in un erbario fotografico – e profondamente pittorico – contemporaneo”. È il frutto di esplorazioni per il quartiere, incursioni realizzate con il cellulare durante lo scorrere delle stagioni, il lavoro di Zizola. “Il risultato è una ricerca che sembra provenire dal passato, quasi a mischiarsi con le fotografie storiche degli abitanti”, afferma Alberani. “La grana è densa, porosa, il chiaroscuro è feroce in certe linee d’ombra che tagliano lo spazio o profondamente evanescente sul viso di un’anziana signora che abita al lotto 30. I rami di un albero hanno la stessa trama di una tenda dentro ad un’abitazione: lo spazio si assomiglia in alberi, case, volti; similitudini rese evidenti grazie allo sguardo del fotografo”.

Ilaria Bulgarelli

 

Roma // fino al 20 dicembre 2018
Garbatella IMAGES
Abitare il paesaggio
10b Photography, via San Lorenzo da Brindisi 10b, 00154, Roma
E installazioni fotografiche all’interno dei lotti 30 e 32

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ilaria Bulgarelli
Ilaria Bulgarelli (Roma, 1981) ha studiato presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, conseguendo la laurea triennale in Ingegneria Edile, poi presso “Sapienza Università di Roma”, per terminare i suoi studi con la laurea specialistica in Architettura. Un mix di studi scientifici e creativi che si vanno a fondere con la sua passione per l’arte. Sarà proprio questa passione a condurla verso l’arte contemporanea frequentando il Master of Art della LUISS Creative Business Center. Una formazione che le permette di curare mostre dal progetto curatoriale all’allestimento, collaborando così con artisti di arte contemporanea. È uno stage presso la redazione di “Rai Arte” e una collaborazione con l’ufficio stampa di MondoMostre, a portarla verso la comunicazione e il giornalismo.

LEAVE A REPLY