4 festival di fotografia italiani firmano un’alleanza. Da Reggio Emilia a Cortona, ma senza Roma

Sono Fotografia Europea di Reggio Emilia, di PhotoLux di Lucca, della Fotografia Etica di Lodi, di Cortona On The Move: quattro manifestazioni si mettono in rete per migliorare l’offerta e per costruire una collaborazione condivisa. Ma non coinvolgono Roma.

Quattro festival di fotografia italiani si uniscono per fare sistema. Stiamo parlando di Fotografia Europea di Reggio Emilia, di PhotoLux di Lucca, della Fotografia Etica di Lodi, di Cortona On The Move. Provenienti dal centro e dal nord Italia presentano caratteristiche diverse nella organizzazione e nella tipologia della proposta. Potrebbe essere una buona idea: l’unione fa la forza. Il tutto per acquistare maggiore efficacia, per coinvolgere un maggior numero di persone con interessi diversi e per creare un dialogo aperto tra le varie entità. La collaborazione tra i quattro inizierà quest’anno e si svilupperà in un programma triennale. Inizialmente si metterà in atto una comunicazione comune attraverso i social. L’offerta, in tal senso, sarà particolarmente stimolante per i giovani e gli addetti ai lavori, che si incontrano spesso su tali piattaforme.

LE AGEVOLAZIONI PER IL PUBBLICO

Nel 2018 l’agevolazione sarà anche di tipo economico, con un unico biglietto si potranno visitare tutte e quattro le sedi: una maratona non indifferente dalla Lombardia all’Emilia alla Toscana, ma perché no?L’obiettivo per il 2019 è quello di avviare progetti comuni e di creare, dunque, un’interazione fra i diversi ambiti. Questa mi pare la proposta più interessante e stimolante. L’annuncio della creazione del sistema festival arriva a pochi giorni dalla convocazione dei primi Stati Generali della Fotografia promossi dal MiBACT che ha avuto luogo a Roma lo scorso aprile. Una curiosità nasce spontanea: chissà perché in tutto questo non è stato coinvolto il Festival della Fotografia di Roma? Ma solo il tempo potrà darci una risposta.

– Angela Madesani

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Angela Madesani
Storica dell’arte e curatrice indipendente, è autrice, fra le altre cose, del volume “Le icone fluttuanti. Storia del cinema d’artista e della videoarte in Italia”, di “Storia della fotografia” per i tipi di Bruno Mondadori e di “Le intelligenze dell’arte” (Nomos edizioni). Ha curato numerose mostre presso istituzioni pubbliche e private italiane e straniere. È autrice di numerosi volumi di prestigiosi autori fra i quali: Gabriele Basilico, Giuseppe Cavalli, Franco Vaccari, Vincenzo Castella, Francesco Jodice, Elisabeth Scherffig, Anne e Patrick Poirier, Luigi Ghirri. Ha recentemente curato un volume sugli scritti d’arte di Giuseppe Ungaretti. Insegna all’Accademia di Brera e all’Istituto Europeo del Design di Milano.