La natura si trasforma in una tela per Ygor Marotta e Ceci Soloaga. I due artisti, che lavorano insieme sotto la sigla VJ Suave, sono stati invitati lo scorso luglio sull’isola di São Miguel, nelle Azzorre, per partecipare a una residenza intitolata Walk&Talk. Per l’occasione hanno deciso di trasferire le loro giocose animazioni, che solitamente vengono proiettate su muri e palazzi cittadini grazie a due proiettori mobili montati su biciclette, su elementi naturali come alberi, spiagge e scogliere in località da sogno del Portogallo come Lagoa das Empadadas, Porto da Ribeirinha, Cachoeira do Cabrito e Lagoa Verde in Sete Cidades.

Per realizzare questo video, i due si sono serviti di una serie di fotografie a lunga esposizione, montate di seguito con la tecnica dello stop motion. Per ogni location hanno impiegato circa cinque ore, in modo da riuscire a catturare tutte le differenti texture visive e luminose generate dalle proiezioni sull’ambiente naturale. Ogni immagine è stata esposta per circa 15 secondi; la scena della luna, ad esempio, è stata ottenuta assemblando 284 scatti. In questo modo, le immagini restano luminose e nitide senza dover ricorrere ad alcun effetto di post-produzione.

– Valentina Tanni

www.vjsuave.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.