Arriva la Milano Map Fair, una fiera per gli amanti di cartografia e vedutismo

Stampe antiche, carte celesti, planisferi e mappamondi di tutte le epoche: torna il 19 gennaio Milano Map Fair, un appuntamento imperdibile per gli appassionati di cartografia e vedutismo

Rascicotti Donato, 1599
Rascicotti Donato, 1599

Un nuovo orizzonte del collezionismo? Cartografia e vedutismo non sono certo tra i campi più frequentati nell’ambito del mercato, eppure la loro storia attraversa le epoche e le culture, e si misura in stampe antiche, carte celesti, planisferi e globi dal fascino ineludibile. Sarà possibile farne esperienza il 19 gennaio, all’incontro annuale della Milano Map Fair.

MILANO MAP FAIR

È previsto per il 19 gennaio l’appuntamento con Milano Map Fair, che torna quest’anno per la settima edizione. A tutti gli appassionati sarà possibile immergersi per un giorno in una ricca esposizione di pregiate stampe antiche, carte murali, vedute, carte celesti, planisferi, globi e mappamondi di vari periodi storici: un piccolo cabinet de curiosités allestito all’hotel Michelangelo di Milano. “Da anni si svolge la Parigi Map Fair, così a Londra e in America: perché non promuovere anche in Italia un settore così poco conosciuto?”, ci spiega Barbara Bilancioni, dell’associazione Civitellarte, l’ente culturale organizzatore della manifestazione assieme all’Associazione Roberto Almagià – Associazione Italiana Collezionisti di Cartografia Antica. “Si tratta di rarità prodotte secoli fa, stampe antiche originali che possono arricchirci culturalmente. La possibilità di toccarle con mano diventa realtà in una fiera come la nostra”.

locandina Milano Map Fair 2019
locandina Milano Map Fair 2019

GLI ESPOSITORI

Un mercato antiquario ancora poco noto ma non per questo meno affascinante. Tra gli espositori ospiti della fiera, molti provengono dalla Capitale, come Antica Cartografia di Riccardo Morganti, Antiquarius, Ex Libris e Galleria Trincia, ma anche da altre parti di Italia, come Bazzani Stampe Antiche (Verona), La Tramite e Pettinaroli F. Stampe Antiche (Milano), Old Times (Perugia), e Trippini Sergio – Studio Bibliografico Stampe Antiche (Gavirate, Varese). Ma c’è anche chi viene dall’estero, come Altea Antique Maps & Old Charts di Londra, Eosphoros Antique Books & Images LTD da Cipro, Librairie Loeb-Larocque da Parigi, e Alexandre Antique Prints, Maps and Books da Toronto, Canada. Il catalogo completo è consultabile online sul sito web. Un appuntamento molto atteso dagli appassionati di questo settore di nicchia e aperto a tutti, compresi coloro che vi si avvicinano da neofiti. Come racconta ancora Barbara Bilancioni “le proposte da consultare nel catalogo, o direttamente a Milano in fiera, sono sia per un pubblico selezionato alla ricerca di vere e proprie rarità, sia per coloro che vogliono semplicemente avvicinarsi al settore”.

– Giulia Ronchi

Milano // 19 gennaio 2019
Milano Map Fair
Hotel Michelangelo – Piazza Duca d’Aosta, Milano
www.milanomapfair.it
[email protected]

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.

LEAVE A REPLY