Londra: alla Tate Britain una mostra dell’artista preraffaellita Edward Burne-Jones. Le immagini

In autunno la Tate Britain riunirà 150 opere, tra dipinti, vetrate e tappezzerie, di uno degli artisti britannici più influenti del XIX secolo per celebrare i 120 anni dalla sua morte…

Edward Burne Jones, Love Among the Ruins, 1870 3, Private collection

A quarant’anni dall’ultima mostra, la Tate Britain presenterà, il prossimo autunno, una retrospettiva dedicata a Edward Burne-Jones (Birmingham, 1833–Londra, 1898): artista preraffaellita considerato uno dei più influenti artisti britannici del XIX secolo. Dagli esordi da outsider dell’arte britannica a causa del rifiuto degli ideali industriali dell’età vittoriana, Burne-Jones divenne in poco tempo una figura chiave nel mondo dell’arte europea fin de siècle e un pioniere del movimento simbolista, grazie ad una rappresentazione della bellezza ispirata dal mito, dalle leggende e dalla Bibbia. La mostra riunirà le sue maggiori opere, caratterizzate da cavalieri arturiani, eroi classici e angeli biblici, come Love among the Ruins (1870-73) eThe Wheel of Fortune(1883), con due sale dedicate ai suoi cicli narrativi più famosi e monumentali – la storia di Perseo e la fiaba onirica della Bella Addormentata – eccezionalmente esposti insieme per la prima volta. La Tate Britain esplorerà, inoltre, il ruolo chiave delle arti decorative nella carriera di Burne-Jones, compresa la sua lunga collaborazione artistica con William Morris, con cui condivideva la volontà di raggiungere il più vasto pubblico possibile seducendolo con la bellezza dell’esecuzione formale. Ecco le immagini in anteprima…

 Claudia Giraud

Londra // Dal 24 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019
Edward Burne-Jones: Preraffaellita Visionario
Tate Britain, Millbank, Westminster, London SW1P 4RG
www.tate.org.uk

 

Dati correlati
AutoreEdward Burne-Jones
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).