Dal nulla al sogno, la mostra alla Fondazione Ferrero ad Alba dedicata a Dadaismo e Surrealismo

Provengono dal Museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam le opere che dal prossimo ottobre saranno esposte presso la fondazione piemontese. In mostra dipinti di Salvador Dalí, René Magritte, Giorgio de Chirico, Paul Delvaux, Francis Picabia, Man Ray, Joan Miró e Marcel Duchamp

Il grado zero dell’arte Dada; Il Sogno, Eros, amour fou, trasgressione erotica; L’inconscio, il doppio, il perturbante; Arte e natura, la reinvenzione dell’uomo; Sade, Freud, Marx, muse inquietanti del vivere surreale; Esiste un’architettura surrealista? sono i titoli di alcune delle sezioni in cui è suddivisa Dal nulla al sogno. Dada e Surrealismo dalla Collezione del Museo Boijmans Van Beuningen, mostra che inaugurerà il prossimo 27 ottobre alla Fondazione Ferrero ad Alba (CN). L’esposizione presenta una serie di opere provenienti dal Museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam afferenti alle Avanguardie del Dadaismo e del Surrealismo, molte delle quali facevano parte della collezione di Edward James (1907-1984), stravagante mecenate-collezionista che fu anche mercante di Salvador Dalí. Ad Alba sarà in mostra La reproduction interdite (1937), celebre ritratto sdoppiato allo specchio di James firmato da René Magritte, ma anche opere di Giorgio de Chirico, Paul Delvaux, Francis Picabia, Man Ray, Joan Miró e Marcel Duchamp oltre al già citato Dalí.

– Desirée Maida

Evento correlato
Nome eventoDal nulla al sogno. Dada e Surrealismo dalla Collezione del Museo Boijmans Van Beuningen
Vernissage26/10/2018 Su invito
Duratadal 26/10/2018 al 23/02/2019
AutoriSalvador Dalì, Marcel Duchamp, Pablo Picasso, Max Ernst, Renè Magritte
CuratoreMarco Vallora
Generiarte moderna e contemporanea, collettiva
Spazio espositivoFONDAZIONE FERRERO
IndirizzoVia Vivaro 49 - Alba - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.