Il ritorno di Rubens alla Rubenshuis di Anversa. Un festival per gli “Ambasciatori delle Fiandre”

La Rubenshuis, casa-museo di Rubens, apre il calendario del festival dal 1 giugno al 2 settembre 2018 con la mostra “Rubens’ Return”, che celebra il ritorno “a casa” dell’autoritratto del Maestro dopo il restauro.

Rubenshuis
Rubenshuis

Presso la Residenza dell’Ambasciatore del Belgio a Roma e alla presenza dell’ambasciatore S.E. Frank Carruet lo scorso giovedì 23 novembre è stato presentato il programma del Festival “Flemish Masters 2018-2020” dedicato ai grandi Ambasciatori delle Fiandre, di ieri e di oggi: Rubens, Bruegel il Vecchio e Jan van Eyck. La Rubenshuis, casa-museo di Rubens, apre il calendario del festival dal 1 giugno al 2 settembre 2018 con la mostra “Rubens’ Return”, che celebra il ritorno “a casa” dell’autoritratto del Maestro dopo il restauro.

NEL SEGNO DI RUBENS

Ad aspettarlo, nuove acquisizioni di opere di Rubens, dei suoi maestri e dei suoi allievi, tra cui un Tintoretto, e un giardino interno tornato ad antico splendore. “Anversa Barocca 2018. Rubens inspires“, nonché il primo dei tre festival che fanno parte del progetto triennale Flemish Masters 2018-2020, sarà un susseguirsi di mostre, performance artistiche ed eventi temporanei: un dialogo a distanza tra il suo cittadino più illustre Pieter Paul Rubens e i grandi nomi di artisti contemporanei, da Jan Fabre a Luc Tuymans. Il tutto accompagnato ed esaltato dalla rivalorizzazione della ricchissima offerta permanente di musei, case e chiese legate a Rubens.

– Donatella Giordano

http://www.rubenshuis.be/en

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Donatella Giordano
Nata in Sicilia, vive a Roma dal 2001. Ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, dove nel 2006 ha conseguito il diploma di laurea con una tesi che approfondiva la nascita dei primi happening e delle azioni performative viennesi degli anni Sessanta, fino alle controverse ricerche della Body Art degli anni Novanta. Un lavoro che ha poi portato avanti con integrazioni o interviste pubblicate, come quelle rilasciate da Stelarc, Orlan e Franko B. Dopo aver conseguito l'abilitazione, dal 2008 insegna Storia dell'Arte e Disegno in una scuola pubblica. Nell'ambito del progetto 100% Periferia ha curato mostre al Palazzo delle Esposizioni di Roma, Scuderie Aldobrandini di Frascati, Farm Cultural Park di Favara, Metropoliz di Roma. Nel 2012 ha curato la prima edizione del Digital Live della Fondazione Romaeuropa, inaugurando la sezione "Talks". Nel 2013 è stata Assistant Curator per il progetto "Joan of Art: Towards a Free Education" presso il Macro di Roma e la Gervasuti Foundation di Venezia. Ha pubblicato il catalogo “Quadratonomade, opere d’arte in scatola per un museo itinerante” edito da Gangemi. Nel 2020 ha co-curato una mostra al Museo Carlo Bilotti di Roma. Scrive per Artribune dal 2014, dove dal mese di aprile 2020 ha inaugurato la sezione Podcast con la rubrica "Monologhi al Telefono".