Bernini alla Galleria Borghese. A Roma una grande mostra a vent’anni dalla sua riapertura

Una grande monografica dedicata a Gian Lorenzo Bernini, figura più rappresentativa del Barocco a Roma e genio tutelare del museo romano, dove l’artista eseguì i suoi celeberrimi gruppi scultorei monumentali.

Tra gli artisti più rappresentativi della collezione del cardinale Scipione Caffarelli Borghese, dal 1615 al 1623 il giovane Gian Lorenzo Bernini eseguì per il cardinale i celeberrimi gruppi scultorei monumentali, conservati nel Museo della Galleria Borghese e posti al centro di ogni sala, e ad oggi mai spostati: l’Enea e Anchise, il Ratto di Proserpina, il David, l’Apollo e Dafne. Ora una grande mostra dedicata proprio a Bernini, genio tutelare del luogo e figura più rappresentativa del Barocco a Roma, fa dialogare il percorso espositivo permanente della Galleria con una serie di approfondimenti tematici legati ad aspetti specifici della sua produzione (la pittura, i putti, i restauri, la realizzazione di un’opera dal disegno, la terracotta, il marmo), che consentiranno di tratteggiare un ritratto dell’artista a tutto tondo. La mostra è la prima tra quelle che verranno ospitate presso la Galleria Borghese, supportate da Fendi nell’ambito della partnership triennale tra il noto marchio fashion e il museo romano che, per l’occasione, ha restaurato la statua della Santa Bibiana. L’opera ha lasciato per la prima volta nella storia il luogo che la conserva sin dalla sua origine, la chiesetta romana omonima nel Rione Esquilino per la quale fu concepita e realizzata da Bernini negli anni 1624-1626, per essere presentata nell’esposizione insieme alle altre sculture provenienti dai maggiori musei del mondo. Ecco le immagini.

– Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoBernini
Vernissage31/10/2017 su invito
Duratadal 31/10/2017 al 20/02/2018
AutoreGian Lorenzo Bernini
Generearte antica
Spazio espositivoGALLERIA BORGHESE
IndirizzoPiazzale Scipione Borghese 5 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).