Riapre a Bagheria il museo dedicato a Renato Guttuso. Immagini dall’opening a Villa Cattolica

Allestimento su tre livelli, al primo e al secondo piano la collezione Guttuso, con opere realizzate dal pittore e da molti autori del Novecento

Dopo un anno e mezzo di chiusura per restauri, riapre le porte a Bagheria – a pochi giorni dall’inaugurazione della grande mostra palermitana a Villa Zito – il Museo Guttuso, nella sede di Villa Cattolica. La cittadina siciliana si riappropria così di uno dei suoi gioielli più preziosi, nel giorno del 105° anniversario della nascita del grande Renato Guttuso. Una cerimonia in grande stile, con spettacoli pirotecnici e suggestivi video mapping: sul prospetto della villa sono stati infatti proiettati alcuni dei più celebri dipinti del maestro, da Vucciria alla Crocifissione. Tanti i personaggi presenti all’inaugurazione: oltre al sindaco di Bagheria Patrizio Cinque e all’assessore alla cultura Romina Aiello, hanno partecipato anche il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, il primo cittadino palermitano Leoluca Orlando, gli attori Pif e Francesco Scianna. E il regista Giuseppe Tornatore, che così ricorda Guttuso: “ho conosciuto il maestro da ragazzo, nell’82 l’ho convinto a girare un documentario su di lui per la terza rete Rai. Lo girammo nei luoghi della sua infanzia, fu gentilissimo e molto collaborativo. E poi ricordo tutte le volte che andavo a trovarlo nel suo studio a Palermo e a Roma”.

NUOVE SEZIONI

I restauri, realizzati grazie a un progetto co-finanziato dall’Unione Europea, hanno riguardato soprattutto l’impiantistica, con nuovi sistemi di illuminazione a led e di rilevazione delle polveri e delle temperature all’interno delle sale. Spazio anche all’interattività, con postazioni touch screen a disposizione dei visitatori collocate lungo il percorso espositivo. Il nuovo allestimento museale, curato da Dora Favella Lo Cascio, si sviluppa su tre livelli: al primo e al secondo piano è conservata la collezione Guttuso, che consta di opere realizzate dal pittore e da autori del Novecento; al piano terra – la vera novità del museo – sono nate nuove sezioni, come quelle dedicate al cartellonismo cinematografico, alla pittura di carretto e alla fotografia. Ecco le immagini della cerimonia di inaugurazione e delle sale del museo…

Desirée Maida

comune.bagheria.pa.it/museo-guttuso/

 

Dati correlati
AutoreRenato Guttuso
Spazio espositivoMUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA RENATO GUTTUSO - VILLA CATTOLICA
IndirizzoVia Consolare 9 - Bagheria - Sicilia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.