La penna Bic inventa un nuovo colore dedicato ad un artista italiano

Giuseppe Stampone come Yves Klein e Anish Kapoor. La penna Bic utilizzata dall’artista nelle sue opere avrà un nuovo colore. Sarà utilizzato solo da Stampone per i suoi disegni, non sarà in produzione

Giuseppe Stampone, Vedova Blu
Giuseppe Stampone, Vedova Blu

C’è il blu Klein e il Vantablack di Anish Kapoor. E poi c’è il “blu Giuseppe Stampone”. L’artista italiano, nato a Cluses nel 1974, in Francia, residente tra Roma e Bruxelles, ha finalmente il suo colore.
I suoi famosi disegni, gli abbecedari (li abbiamo visti ad esempio alla GAMeC di Bergamo nel 2014) che creano discordanze e cortocircuiti ironici tra l’uso dell’immagine e la parte lessicale, le mappe e i progetti di didattica parte del più ampio discorso della Global Education, realizzati grazie all’uso virtuoso della altrettanto nota penna Bic, avranno da oggi in poi un colore dedicato.

LA PENNA BIC E STAMPONE

Chi non conosce l’azienda Bic? Chi non ha mai usato una penna usa e getta del noto marchio francese fondato a Clichy nel 1945 dal barone di origine torinese Marcel Bich alzi la mano. La famiglia che conduce ancora oggi l’azienda è composta da collezionisti di arte contemporanea che da sempre cercano, ci spiega Stampone, “artisti che hanno come me o Jan Fabre usato la ben nota penna a sfera per produrre le proprie opere”. A questa ricca produzione è stata dedicata nel 2018 una mostra presso la galleria 104 Paris, nella capitale francese, con 150 opere della Bic collection, comprendenti lavori di Alberto Giacometti, René Magritte, Fernand Lèger, Martin Parr, Mamadou Cissè e naturalmente il nostro Stampone. Tutti rigorosamente realizzati con la biro più famosa del mondo. La collezione, che conta oggi ben 250 pezzi, mostra, come spiega l’attuale CEO Bruno Bich, “come gli artisti di tutto il mondo possono usare i prodotti Bic, come strumento per creare o fonte di ispirazione”.

IL BLU STAMPONE

Il nuovo colore non sarà, almeno per il momento, in vendita. Più chiaro del regolare blu Bic, sarà prodotto esclusivamente per permettere all’artista di realizzare le sue opere. A Stampone saranno fornite le cartucce per un continuo refill della sua instancabile penna. L’artista, che segue nel sogno di ottenere un colore con il proprio nome colleghi del calibro di Yves Klein e Anish Kapoor, ha annunciato l’esito di questa ormai lunga collaborazione sui propri social, inaugurando la tinta inedita con la postproduzione della Vedova Blu, una delle più coinvolgenti opere di Pino Pascali, realizzata dall’artista nel 1968 poco prima di morire.

Santa Nastro

https://us.bic.com/en_us/bic-art-collection

Dati correlati
AutoriYves Klein, Anish Kapoor, Pino Pascali
CuratoreGiuseppe Stampone
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.