“Parlami di Lei”. Il nuovo podcast che interroga gli artisti sull’arte

Oltre agli artisti, il podcast – curato da Pietro Gaglianò – vede protagonisti anche filosofi, critici d’arte, editori e musicisti. Ai quali viene chiesto di parlare di arte e del modo in cui questa s’intreccia con le loro vite

Pietro Gaglianò, photo Mouhamed Yaye
Pietro Gaglianò, photo Mouhamed Yaye

Per oltre un anno, durante i periodi di lockdown, il podcast è stato uno degli strumenti più utilizzati sul web per diffondere la cultura, dando vita a un circuito di idee, interviste, monologhi e dialoghi che, per quanto riguarda il mondo dell’arte, ha visto critici, curatori, giornalisti e artisti alle prese con riflessioni e analisi attorno al sistema, anche alla luce dei cambiamenti imposti dalla pandemia. Anche adesso che i tempi più bui sembrano superati, il podcast continua a essere un valido strumento di approfondimento e dibattito, con serie di audio curati e a tema. Tra questi, è stato recentemente lanciato Parlami di Lei, podcast a cura di Pietro Gaglianò prodotto da Libreria Brac di Firenze in collaborazione con Scripta Festival e Radio Papesse.

IL PODCAST PARLAMI DI LEI

Chi è la “lei” cui fa riferimento il titolo del podcast? È l’arte, che diventa così oggetto della domanda che Gaglianò pone a sei diversi personaggi. “Parlami di Lei. Una domanda sull’arte. Un interrogativo sull’arte, sulla sua presenza, sul silenzio, sul rumore che fa. Rispondono scrittori, artiste, filosofi, critici e registe”, è la spiegazione che accompagna i podcast pubblicati su Spotify, Spreaker, Apple Podcast e ITunes. Il primo appuntamento della serie, già fruibile online, vede protagonista il filosofo Nicolas Martino, autore, con Francesco Raparelli, della raccolta di scritti di Hans-Jürgen Krahl L’intelligenza in lotta. Sapere e produzione nel tardocapitalismo. Martino inoltre coordina, con altri, la rivista OperaViva Magazine, e ha cocurato alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma le mostre Sensibile comune. Le opere vive e Looking Forward Olivetti. 110 anni di immaginazione. I prossimi episodi vedranno invece protagonisti l’artista ed editrice Giovanna Silva (17 giugno), l’artista Flavio Favelli (24 giugno), la critica d’arte Emanuela De Cecco (1 luglio), la regista e attrice Chiara Lagani (8 luglio) e il musicista e artista Roberto Paci Dalò (15 luglio).

– Desirée Maida

www.spreaker.com/show/parlami-di-lei

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.