Visitare una mostra a New York durante la pandemia. Le immagini dell’esposizione di Manish Nai

Vi proponiamo il racconto e le immagini del vernissage della mostra “Form and Void” dell’artista Manish Nai alla Taittinger Gallery di New York, svoltosi nel clou della pandemia

Manish Nai, Richard Taittinger Gallery New York ph. Francesca Magnani
Manish Nai, Richard Taittinger Gallery New York ph. Francesca Magnani

Di questi tempi a New York anche andare a vedere una mostra in una galleria dà un brivido di piacere ulteriore a quello suscitato dalle opere: passare dalla strada a un locale riscaldato e illuminato in piena pandemia è una piccola conquista di queste ultime settimane. All’entrata della Taittinger Gallery ad esempio, nel cuore della Lower East Side si è accolti da un’anfitriona bionda e sorridente che prende la temperatura e invita ad osservare la regola dei 10 visitatori al massimo. È il giorno del vernissage di Form and Void e l’atmosfera è elettrica. Forma e vuoto si passano in rassegna nell’arco di 5 anni i diversi aspetti della pratica multidisciplinaria di Manish Nai, nato a Bombay nel 1980. I materiali delle sculture di Nai vengono definiti dagli organizzatori “decisamente indiani, passati e presenti”, ma con “forme che assumono la logica astratta della geometria”. La iuta, il cotone, la carta popolano d’un tratto il panorama di Ludlow Street fatto di negozi abbandonati in affitto, vetrine vuote e quelle strutture lignee antistanti ai pochi ristoranti ancora aperti dove freddolosi passanti si fermano a scaldarsi le mani. Ecco alcune immagini del giorno dell’opening della mostra.

Francesca Magnani

www.richardtaittinger.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesca Magnani
Francesca Magnani scrive e fotografa a New York dal 1997. Ha una formazione accademica in Classics e Antropologia alle università di Bologna, Padova, NYU; racconta con immagini e parole gli aspetti della vita delle persone che la toccano e raggiungono, al contempo raccontando la sua stessa vita.