Muore a 80 anni Arturo Di Modica. Lo scultore del Toro di Wall Street a New York

L’artista siciliano, scomparso nella sua Vittoria in provincia di Ragusa, nel 1989 realizzò l’imponente scultura collocata a Wall Street, come simbolo di rinascita e speranza dopo il crollo delle quotazioni in borsa

Arturo Di Modica, Charging Bull, New York
Arturo Di Modica, Charging Bull, New York

È morto a 80 anni a Vittoria, in provincia di Ragusa, Arturo di Modica, artista diventato celebre in tutto il mondo per aver realizzato Wall Street Bull o Charging Bull, più noto come il Toro di Wall Street, scultura in bronzo che dal 1987 è collocata dinanzi alla Borsa di New York. Installata il 16 dicembre 1989, dopo il crollo delle quotazioni in borsa, senza alcuna autorizzazione da parte delle autorità, l’opera voleva essere un segno di buon auspicio e di rinascita per il popolo americano, in grado di risollevarsi anche nei momenti di difficoltà. Il Toro è entrato a fare parte della lista delle maggiori attrazioni turistiche della Grande Mela. I funerali di Arturo di Modica, che negli anni Settanta si trasferì a New York per poi tornare nella sua Sicilia, si terranno lunedì 22 febbraio a Vittoria, nella Chiesa di San Giovanni Battista.

Arturo Di Modica
Arturo Di Modica

VITA E ARTE DI ARTURO DI MODICA

Nato a Vittoria nel 1941, Arturo Di Modica a 19 anni lascia la Sicilia per recarsi a Firenze, dove frequenta la Scuola Libera di Nudo dell’Accademia di Belle Arti. Due anni dopo, sempre nel capoluogo toscano, apre il suo primo studio, dove realizza sculture in bronzo e in marmo di Carrara. Nel 1973 si trasferisce a New York, dove apre uno studio in Crosby Street nel quartiere di Soho. La svolta nella carriera dell’artista arriva nel 1989, anno in cui realizza il celeberrimo Toro, scultura bronzea che l’artista produsse a sue spese – 350 mila dollari – e che collocò abusivamente davanti a Wall Street. Il direttore della Borsa fece ricollocare la statua poco distante, a Bowling Green, all’inizio di Broadway, dove oramai si trova da oltre 30 anni ‘vittima’ di foto, selfie e grattatine di attributi! Nel 2010 Arturo Di Modica installa a Shanghai Bund Bull, un toro dalle stesse dimensioni di quello di New York ma più giovane. L’artista, in questo caso, ha voluto celebrare la dinamicità dell’economia cinese.

IL CASO DEL TORO E DELLA “BAMBINA”

Tra il 7 e l’8 marzo del 2017, proprio dinanzi al Toro di Wall Street, Kristen Visbal colloca una sua scultura raffigurante una bambina. Anch’essa realizzata in bronzo, Fearless Girl è stata commissionata all’agenzia McCann New York dalla State Street Global Advisors: come scrive Valentina Tanni in questo articolo, l’opera voleva essere, nelle intenzioni dei promotori, “un messaggio di sfida al maschilismo del mondo finanziario, parte di una campagna per l’inserimento delle donne nei consigli di amministrazione e in posizioni di leadership in generale.
La scultura è stata accolta con entusiasmo dai cittadini di New York e non solo (anche se non sono mancate le accuse di ‘falso femminismo’ e di strumentalizzazione della causa a fini pubblicitari) spingendo il sindaco a prolungare i permessi dell’opera da una settimana a un anno intero”. Arturo Di Modica, in quella occasione, palesò malcontento, chiedendo la rimozione di Fearless Girl: “è un insulto al mio lavoro e ne cambia il significato originario, che era di libertà, pace, forza, potere e amore”. Fearless Girl è stata poi ricollocata a Wall Street, dove si trova ancora oggi.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.