Minorca: Hauser & Wirth inaugurerà gli spazi alle Baleari per l’estate 2021

Annunciata per il 17 luglio l’apertura del centro d’arte sull’Isla del Rey, che inaugura con la mostra di una star come Mark Bradford

I nuovi spazi di Hauser & Wirth a Minorca
I nuovi spazi di Hauser & Wirth a Minorca

Giunge finalmente a termine il progetto di conservazione di Hauser & Wirth per la creazione di un nuovo centro per l’arte sull’arcipelago spagnolo delle Baleari: i co-presidenti del gruppo Iwan e Manuela Wirth e Marc Payot hanno fissato al 17 luglio 2021 la data di apertura del nuovo spazio sull’Isla del Rey, situata di fronte al porto di Mahon a Minorca. Attraverso una pianificazione durata cinque anni e un progetto di conservazione di due, Hauser & Wirth ha recuperato gli annessi dell’antico ospedale dell’isola creando uno spazio espositivo di 1500 metri quadri con otto gallerie, negozi e il ristorante Cantina. A inaugurare la galleria sarà l’artista americano Mark Bradford con una suite dinamica di nuovi dipinti e sculture.  “Iwan, Marc e io siamo onorati ed entusiasti che la mostra di Mark Bradford inaugurerà Hauser & Wirth Menorca”, ha commentato la co-presidente Manuela Wirth, “il nostro sogno era quello di portare un’arte travolgente come la sua in questo contesto molto speciale. Isla del Rey è un luogo straordinario di natura selvaggia, bellissima luce e mare, con una storia affascinante”.

UN PROGETTO D’ARTE SOSTENIBILE

Lo spazio, che prevederà un percorso di sculture con lavori di Louise Bourgeois, Eduardo Chillida e Franz West, è stato realizzato con una forte attenzione all’ambiente naturale dell’arcipelago grazie alle partnership con il Menorca Preservation Fund e la Fundación Hospital de la Isla del Rey: il primo ha permesso alla galleria di mettere al centro del progetto la preservazione di Minorca – una Riserva della Biosfera riconosciuta dall’UNESCO – attuando dei protocolli di sostenibilità ambientale come la raccolta dell’acqua piovana, la creazione di un impianto idrico ecologico per l’irrigazione del suolo ed edifici energeticamente efficienti. La collaborazione con la Fundación, organizzazione locale che ha guidato il restauro dell’ospedale di Langara e la creazione di un museo che ne celebra la storia, ha poi permesso di valorizzare gli spazi, riadattandoli alle nuove funzionalità senza cancellarne l’identità. Luis Alejandre, presidente del consiglio di amministrazione della Fundación Hospital de la Isla del Rey, ha ricordato come “con questo progetto, Hauser & Wirth ha dimostrato il proprio impegno a Minorca. Quando abbiamo visitato per la prima volta Hauser & Wirth Somerset, abbiamo visto di persona come sia diventato parte della comunità. Ora la loro visione è fonte di ispirazione qui a Minorca”.

I nuovi spazi di Hauser & Wirth a Minorca
I nuovi spazi di Hauser & Wirth a Minorca

IL FORTE LEGAME CON L’ISOLA

Il legame con l’isola di Minorca è stato infatti un punto imprescindibile per lo sviluppo della galleria. Il progetto include un programma educativo dedicato al coinvolgimento della comunità locale così come dei visitatori stranieri grazie a proiezioni, conferenze e laboratori. “È stato un viaggio di cinque anni e l’entusiasmo dimostrato dalla comunità locale e dalla nostra famiglia di artisti ci ha incoraggiato in ogni fase del percorso”, ha raccontato Manuela Wirth. Le fa eco Hector Pons, sindaco di Mahon: “Il centro avrà un impatto positivo per l’economia ed è un esempio del modello sostenibile in cui crediamo”. Lo spazio di Hauser & Wirth nel centro storico di Mahon, che attualmente funge da ufficio, diventerà un luogo di informazioni per la comunità e i visitatori, il ristorante locale con vigneto Binifadet gestirà la Cantina, mentre la scelta del direttore è ricaduta su Mar Rescalvo, originario dell’isola, che ha già stabilito partenariati culturali locali con la Fundació Menorquina de l’Òpera, l’Escola d’Art de Menorca, Museu de Menorca, l’Ateneu de Maó e il Festival Pedra Viva. 

UN RESTAURO DI GRANDI NOMI

Il restauro è stato guidato dall’architetto argentino di adozione parigina Luis Laplace, collaboratore di lunga data della galleria, che ha utilizzato materiali da costruzione tradizionali come il tetto in tegole, i pavimenti realizzati con pietra locale e le travi in ​​legno originali. Accanto a lui, già suo collaboratore nello sviluppo dello spazio Hauser & Wirth nel Somerset, nel Sud-Ovest dell’Inghilterra, ha lavorato il paesaggista di fama internazionale Piet Oudolf, che ha creato dei giardini dentro e intorno, incorporando specie autoctone e piantagioni adatte al clima di Minorca.

  Giulia Giaume

ACQUISTA QUI il catalogo di Mark Bradford

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Amante della cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli, mostre e balletti. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi sul Furioso, e in Scienze Storiche, indirizzo di Storia Contemporanea, ha frequentato l'VIII edizione del master di giornalismo Walter Tobagi. Collabora con diverse riviste su temi culturali, diritti civili e tutto ciò che è manifestazione della cultura umana, semplicemente perché non può farne a meno.