Il disegno italiano per la prima volta in mostra a Houston. Organizza la Collezione Ramo

È la mostra realizzata grazie alla collaborazione tra Collezione Ramo e l’istituto texano dedicato al disegno Menil Drawing Institute. Tra gli artisti esposti? Alighiero Boetti, Lucio Fontana, Jannis Kounellis e Carol Rama. Ecco alcune immagini

Umberto Boccioni, Against the Light (Controluce), 1910. Graphite pencil and ink on paper, 14 7/8 x 19 1⁄4 in. (37.7 x 48.9 cm). Collezione Ramo, Milan. Photo: Studio Vandrasch Fotografia, Milan
Umberto Boccioni, Against the Light (Controluce), 1910. Graphite pencil and ink on paper, 14 7/8 x 19 1⁄4 in. (37.7 x 48.9 cm). Collezione Ramo, Milan. Photo: Studio Vandrasch Fotografia, Milan

Afro, Mirella Bentivoglio, Alighiero Boetti, Giorgio de Chirico, Lucio Fontana, Domenico Gnoli, Jannis Kounellis e Carol Rama: sono gli autori delle opere esposte fino all’11 aprile 2021 nella mostra Silent Revolutions: Italian Drawings from the Twentieth Century, ospitata al Menil Drawing Institute di Houston, il dipartimento nato nel 2018 all’interno della Menil Collection. Si tratta della prima grande retrospettiva negli Stati Uniti sul disegno italiano del Ventesimo secolo, curata da Edouard Kopp e Irina Zucca Alessandrelli. Un progetto reso possibile grazie alla collaborazione tra l’istituto texano e la Collezione Ramo, che conta oltre 600 opere su carta, con particolare attenzione al disegno degli esponenti delle avanguardie del primo Novecento, considerato come mezzo preparatorio per la realizzazione di dipinti e sculture, ma, soprattutto, come espressione primaria e rivoluzionaria della ricerca artistica italiana.

LE OPERE DI COLLEZIONE RAMO AL MENIL DRAWING INSTITUTE DI HOUSTON

A partire dal Futurismo e per tutto il Novecento, l’Italia ha generato una serie di movimenti artistici rivoluzionari, caratterizzati da un altissimo livello di innovazione e che hanno avuto significative ripercussioni a livello internazionale”, spiegano i curatori della mostra. “Il disegno è stata l’officina in cui gli artisti italiani hanno avuto la libertà di sperimentare una vasta gamma di materiali e tecniche per la creazione di nuovi concetti e linguaggi. Col disegno, l’arte italiana del secolo scorso si è confrontata con i grandi temi della storia e del mito, del linguaggio e della soggettività, del corpo, della città moderna, dello spazio e dell’astrazione”. Negli ultimi anni, le opere di Collezione Ramo sono state esposte all’interno di importanti sedi di Milano, come il Bosco Verticale, il Museo del Novecento e la casa dell’archistar Daniel Libeskind. Ecco le immagini della mostra attualmente in corso al Menil Drawing Institute.

-Giulia Ronchi

Silent Revolutions: Italian Drawings from the Twentieth Century
Fino all’11 aprile 2021
Menil Drawing Institute
Houston, Texas (USA)
https://www.menil.org/
www.collezioneramo.it  

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.