Inaugura a Parigi il nuovo spazio della Galerie Antoine Levi con una mostra di Alina Chaiderov

Il gallerista dall’“anima italiana” Antoine Levi ha inaugurato il suo nuovo spazio a Parigi, trasferendosi dal quartiere di Belleville a quello di Marais. Ecco le immagini della nuova sede e della mostra appena inaugurata

Inaugura a Parigi il nuovo spazio della Galerie Antoine Levi, che dal quartiere di Belleville – dove nel 2013 ha aperto il suo primo spazio espositivo – adesso ha trovato casa nel Marais, nella zona Arts & Métiers. La nuova sede avrebbe dovuto inaugurare lo scorso marzo, ma l’emergenza sanitaria ha costretto la galleria a rinviare l’opening a data da destinarsi, come ci raccontava Antoine Levi (che insieme a Nerina Ciacci dirige lo spazio) in questo articolo: “abbiamo rimandato il vernissage del nuovo spazio con la mostra di Alina Chaiderov ad una data da definirsi a breve, non volevamo rischiare contagi per lo staff, l’artista e i visitatori, sarebbe stato irresponsabile aprire adesso e la salute passa prima di ogni cosa”. Adesso però i tempi sembrano finalmente maturi, e la galleria lo scorso 4 giugno ha inaugurato il nuovo spazio con la mostra Fugue State di Alina Chaiderov: spazio, tempo e memoria sono i temi su cui verte la ricerca dell’artista svedese di origini russe, con opere e installazioni che sembrano rimanere sospese su queste tre dimensioni, evocando oggetti dell’infanzia che vengono però dissociati dal loro tipico uso. Ecco le immagini delle opere in mostra e del nuovo spazio della Galerie Antoine Levi. 

– Desirée Maida 

Parigi // fino al 25 luglio 2020
Alina Chaiderov – Fugue State
Galerie Antoine Levi
34 rue de Turbigo
http://www.antoinelevi.fr/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.