60x60x60: al Circoloquadro di Milano una collettiva di artisti ridipinge i muri dello spazio

Una call aperta a 60 giovani artisti si trasforma in una tre giorni di sinergia e condivisione artistica. Ecco alcune immagini delle opere realizzate presso Circoloquadro

Michael Rotondi
Michael Rotondi

60x60x60: sono i numeri dell’evento creato allo spazio no-profit milanese Circoloquadro: una collettiva che rompe gli schemi della mostra d’arte tradizionale e chiama una flotta di artisti, dando il via a una session di tre giorni di wall painting. Ricapitolando, 60 gli artisti partecipanti, 60 le opere prodotte, 60 cm la lunghezza dello spazio che ciascuno ha a disposizione sul muro: una tre giorni di lavoro collettivo e condivisione umana e artistica. “Nell’ultimo anno e mezzo ci siamo concentrati su mostre personali ma ci mancava il momento di incontro costituito dalle mostre collettive. Abbiamo voluto organizzare qualcosa di diverso dal solito e creare un momento di incontro e di dialogo tra artisti”, spiega ad Artribune la direttrice dello spazio Arianna Beretta. “Dell’ultima mostra rimaneva il muro di Circoloquadro dipinto di grigio: abbiamo pensato di suddividere l’area in 60 quadrati di 60×60 cm e chiamare 60 artisti a realizzare il loro wall painting. Un’idea folle, in uno spazio come quello di Circoloquadro, ma che ha funzionato. Dal venerdì pomeriggio alla domenica sera 60 artisti si sono alternati, e a volte sovrapposti, per realizzare il loro lavoro. Il clima è stato fantastico e di grande condivisione, dai materiali alle idee e ai consigli. C’è perfino chi ha donato ciocche di capelli per la realizzazione di una delle opere in mostra! Direi che di tutto il progetto la parte importante è stato il processo e la pratica più che il risultato. Uscire dal proprio studio, condividere e confrontarsi, aiutarsi e scherzare, parlare, mangiare insieme è stato davvero potente”. La mostra è visitabile fino al 15 febbraio su appuntamento. Sotto, una gallery di immagini delle opere realizzate.

– Giulia Ronchi

60x60x60, sessanta artisti per sessanta murali
Fino al 15 febbraio 2020 (su appuntamento)
Circoloquadro
Via Gian Battista Passerini 18 Milano
+39 324 8392144
[email protected]
https://www.circoloquadro.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.