Gli scatti di Cindy Sherman e Catherine Opie diventano cammei. In vendita da Gagosian a New York

I ritratti realizzati dalle famose artiste statunitensi vengono riprodotti sotto forma di cammei. Addirittura modellati dai maestri artigiani di Torre del Greco. Allo shop di Gagosian a New York è possibile trovare gli esclusivi anelli, spille e orecchini

Cameos by Cindy Sherman and Catherine Opie, produced by LIZWORKS. Photos by Andrea Agrati. Courtesy of Gagosian
Cameos by Cindy Sherman and Catherine Opie, produced by LIZWORKS. Photos by Andrea Agrati. Courtesy of Gagosian

Vi piacerebbe indossare un ritratto realizzato dalle celebri fotografe Cindy Sherman (Glen Ridge, New Jersey, 1954) o Catherine Opie (Sandusky, Ohio, 1961)? Se vi state chiedendo in che modo si possa indossare una fotografia, vi togliamo subito ogni dubbio: esattamente come un gioiello. Le speciali opere d’arte indossabili sono infatti il fiore all’occhiello dello shop della galleria Gagosian, sulla 976 Madison Avenue a New York. La particolarità di questi gioielli? Si tratta di riproduzioni di opere d’arte fatte “ad arte”: i ritratti delle due artiste infatti sono stati trasposti in cammei realizzati dai maestri artigiani di Torre del Greco.

CAMEO, LA COLLABORAZIONE TRA CINDY SHERMAN E CATHERINE OPIE CON LIZWORKS

L’idea di trasformare i ritratti di Cindy Sherman e Catherine Opie in cammei per anelli, orecchini, e spille è di Liz Swig, collezionista e filantropa americana che nel 2014 ha fondato la LIZWORKS, piattaforma con la quale crea collaborazioni con alcuni degli artisti più famosi al mondo, con lo scopo di promuovere iniziative e modi differenti di fruire l’arte contemporanea. Kara Walker, Jeff Koons, Hiroshi Sugimoto e Humberto e Fernando Campana sono alcuni degli artisti che hanno collaborato con Liz Swig in LIZWORKS, dando vita a opere e oggetti di moda, design e non solo. Adesso è la volta di Cameo, progetto che ripropone i ritratti fotografici di Sherman e Opie in una delle forme più antiche di ritratto, ovvero il cammeo.

I CAMMEI DI TORRE DEL GRECO ALLO SHOP DI GAGOSIAN

La tradizionale tecnica di incisione della conchiglia, praticata fin dalla antichità, nel corso dei secoli ha trovato il suo centro ideale a Torre del Greco, in provincia di Napoli, da cui infatti provengono i cammei che riproducono i ritratti delle due artiste americane, realizzati dal maestro Gino di Luca. Le opere di Opie si ispirano al Rinascimento (aspetto, questo, tipico della sua produzione), pur rappresentando modelli femminili contemporanei; i ritratti di Sherman invece ricordano spesso i selfie “ritoccati” che l’artista pubblica sul proprio profilo Instagram. Costo dei gioielli? Tra i 10mila e i 35mila dollari, e con un ampio catalogo da cui scegliere. Ecco le immagini dei cammei.

– Desirée Maida

www.gagosian.com

Dati correlati
AutoriCindy Sherman, Catherine Opie
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.