Apre un nuovo centro d’arte contemporanea a New York: LMCC’s Arts Center at Governors Island

Inaugurato a Governors Islands, il nuovo centro aperto dal Lower Manhattan Cultural Council sostiene gli artisti locali e promuove il territorio attraverso la cultura, attivando residenze, programmi pubblici e mostre visitabili gratuitamente

LMCC’s Arts Center at Governors Island - Photo Credit Zachary Tyler Newton
LMCC’s Arts Center at Governors Island - Photo Credit Zachary Tyler Newton

Ha aperto le sue porte al pubblico lo scorso 19 settembre sull’isola di Governors Island a New York l’LMCC’s Arts Center at Governors Island, centro artistico fondato da Lower Manhattan Cultural Council (LMCC) e Trust for Governors Island che accoglie mostre, residenze e progetti interdisciplinari, con lo scopo di sostenere gli artisti locali e promuovere, attraverso la cultura, lo sviluppo del territorio e la sensibilizzazione ai temi della sostenibilità ambientale e dell’uguaglianza sociale. Le mostre che inaugurano il nuovo spazio, visitabili fino al 31 ottobre, vedono protagonisti Yto Barrada e Bettina in The Power of Two Suns e Michael Wang in Extinct in New York, oltre a un programma settimanale che riflette sul concetto del “prendersi cura”, Take Care Series, che vede coinvolti Tattfoo Tan, Jerome Bel, Anne Mourier, Pathway to Paris, Olafur Eliasson con Little Sun Sunlight Graffiti e House of Trees.

Michael Wang, Extinct in New York
Michael Wang, Extinct in New York

IL LOWER MANHATTAN CULTURAL COUNCIL ARTS CENTER AT GOVERNORS ISLAND A NEW YORK

Situato in una base militare del 1870 all’interno del distretto storico di Governors Island, che in precedenza ha ospitato eventi culturali e anche fiere d’arte, l’LMCC’s Arts Center at Governors Island nasce dalla volontà del Lower Manhattan Cultural Council, che negli ultimi 10 anni ha occupato una parte dell’edificio storico decidendo adesso di farne uno spazio artistico permanente. Oggi l’Arts Center infatti è un centro d’arte la cui programmazione è aperta al pubblico dall’1 maggio al 31 ottobre, mentre le residenze d’artista sono attive tutto l’anno. La ristrutturazione degli spazi è stata affidata a Pei Cobb Freed & Partners e Adamson Associates Architects e BuroHappold Engineering, che all’interno dell’ex base militare hanno dato vita a studi di artisti open space, due piani di gallerie, spazi per spettacoli e un caffè, il primo al coperto presente sull’isola, per un’estensione complessiva di oltre 3.700 metri quadrati. “Siamo entusiasti di ampliare il lavoro decennale di LMCC per collegare artisti e comunità attraverso il nostro modello di condivisione del processo creativo”, ha dichiarato Lili Chopra, direttore esecutivo dei programmi artistici di LMCC. “Le profonde radici della presenza di LMCC nel panorama artistico e culturale di Manhattan sono ora ben visibili attraverso l’Arts Center di LMCC a Governors Island. Attraverso le mostre inaugurali di Yto Barrada e Bettina, Michael Wang e la serie Take Care, oltre al lavoro che sarà sviluppato dagli artisti in residenza, invitiamo il pubblico al Arts Center di LMCC a Governors Island a riflettere sul mondo in cui viviamo. Come possiamo prenderci cura di noi stessi, di coloro che ci circondano e del pianeta?”. 

LOWER MANHATTAN CULTURAL COUNCIL ARTS CENTER. LE MOSTRE

Il programma della stagione inaugurale di LMCC ospita opere e artisti che riflettono sui temi dell’ecologia, della sostenibilità e della storia. The Power of Two Suns di Yto Barrada e Bettina esamina il modo in cui gli esseri umani reagiscono alle catastrofi naturali; Michael Wang in Extinct in New York (presentato alla Fondazione Prada di Milano nel 2017) invece ha costruito quattro serre che contengono specie di piante che un tempo crescevano a New York City. Una sorta di laboratorio che tenta di recuperare il già perduto: l’artista infatti spera che le piante da lui coltivate possano continuare a crescere in città, nei giardini pubblici, non più spontaneamente come una volta ma con la cura dell’uomo.

– Desirée Maida 

New York // fino al 31 ottobre 2019
LMCC’s Arts Center at Governors Island
Governors Islands
www.lmcc.net

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.