Discorso intorno alla forma. Terry Haggerty a Firenze

Eduardo Secci Contemporay, Firenze ‒ fino al 16 novembre 2019. Vecchie e nuove sculture in legno e metallo e un’opera parietale site specific raccontano vent’anni di ricerca sulla forma, lo spazio e la prospettiva da parte di Terry Haggerty.

Una fisicità illusoria che si ispira all’arte astratta e ai giochi di forma degli Anni Sessanta, per costruire opere scultoree in legno o alluminio; un titolo, Symmetric difference, che sfiora l’ossimoro, che suggerisce la possibilità di dare ordine alla discontinuità, a quelle fratture apparenti che sembrano attraversare la parete. Elementi che sottendono alle ricerche tridimensionali di Terry Haggerty (Londra, 1970) che, alla stregua degli autori della letteratura potenziale, manipola la linea, la materia e la prospettiva per ampliare il campo espressivo della forma, citando Bridget Riley e la Op Art, ma anche certe arditezze dell’architettura contemporanea, ad esempio le torsioni di Bjarke Ingels.
All’occhio dell’osservatore si parano giochi di incastri e geometrismi, che determinano il carattere scultoreo delle opere, avvertibile anche nella bidimensionalità della grande pittura parietale, che quasi sembra avanzare verso l’osservatore.

Niccolò Lucarelli

Evento correlato
Nome eventoTerry Haggerty / Theo Triantafyllidis
Vernissage13/09/2019 ore 18,30
Duratadal 13/09/2019 al 16/11/2019
AutoriTerry Haggerty, Theo Triantafyllidis
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoEDUARDO SECCI CONTEMPORARY
IndirizzoPiazza Goldoni, 2 - Firenze - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Niccolò Lucarelli
Laureato in Studi Internazionali, è curatore, critico d’arte, di teatro e di jazz, e saggista di storia militare. Scrive su varie riviste di settore, cercando di fissare sulla pagina quella bellezza che, a ben guardare, ancora esiste nel mondo.