Dream team per Fondazione CRT di Torino: Manacorda e Ruf i nuovi arrivati nel comitato scientifico

Il Direttore della V-A-C Foundation di Mosca-Venezia Francesco Manacorda e la curatrice internazionale Beatrix Ruf entrano a far parte del comitato scientifico della fondazione torinese, che si rinnova a quasi 20 dalla sua nascita. L’incarico di Presidente Onorario va invece a Rudi Fuchs.

Fondazione CRT Torino. Courtesy Fondazione CRT
Fondazione CRT Torino. Courtesy Fondazione CRT

I nuovi membri del comitato scientifico della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT Francesco Manacorda e Beatrix Ruf, assieme a Sir Nicholas Serota, Manuel Borja-Villel e al nuovo Presidente Onorario Rudi Fuchs, si sono riuniti per la prima volta il 20 settembre 2019, inaugurando una nuova stagione di lavoro e collaborazione. Presenti anche i Direttori del Castello di Rivoli, Carolyn Christov Bakargiev e della GAM Galleria di Arte Moderna, Riccardo Passoni. Creata nel 2000 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, CRT decide dopo quasi vent’anni di rinnovare il suo impegno nella promozione del patrimonio culturale e artistico torinese tramite l’inserimento di figure autorevoli del panorama internazionale che possano aggiungere nuovi impulsi. Il tutto, in un momento di intensa attività di CRT sul fronte museale, turistico e dell’innovazione, che continua a raccogliere i suoi frutti: come la recente apertura di OGR Tech, che ha portato da poco a compimento il progetto di riqualificazione delle Officine Grandi Riparazioni di Torino, o iniziative diffuse su tutto il territorio piemontese, come l’app Chiese e Porte Aperte ideata dalla stessa fondazione.

FONDAZIONE CRT: I NUOVI MEMBRI DEL COMITATO SCIENTIFICO

Direttore Artistico della V-A-C Foundation di Mosca e Venezia, Francesco Manacorda (Torino, 1974) vanta nel suo curriculum esperienze internazionali come curatore della Barbican Art Gallery di Londra dal 2007 al 2009, del Padiglione Sloveno nel 2007 e quello della Nuova Zelanda nel 2009 alla Biennale di Venezia. Dal 2010 è stato Direttore della Fiera Internazionale di Artissima, incarico lasciato dopo due anni – passando il testimone alla guida di Sara Cosulich – per volare in Gran Bretagna a dirigere la Tate Liverpool. La curatrice Beatrix Ruf (Singen, Germania, 1960), invece, attualmente consulente della LUMA Foundation, ha mosso i suoi primi passi nel 1994 al Kunstmuseum di Thurgau. Ha curato nel 2006 la Tate Triennial di Londra e co-curato la Triennale di Yokohama nel 2008; nel 2014 è stata Direttrice dello Stedeljik Museum di Amsterdam, dimettendosi  quattro anni dopo per essere stata travolta in uno scandalo per lo svolgimento un’attività di consulenza artistica in conflitto con la sua carica pubblica (accuse poi rivelatesi infondate). La nuova nomina di Presidente Onorario è andata a Rudi Fuchs (Eindhoven, Olanda, 1942): ex membro del comitato scientifico. Fuchs, dopo essere stato alla direzione del Van Abbemuseum di Eindhoven nel 1975 e di documenta 7 a Kassel nell’edizione del 1982, si è legato al territorio torinese in qualità di primo Direttore del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, dal 1984 al 1990, rendendolo nel tempo un punto di riferimento, nazionale e non solo, nel panorama contemporaneo.

Il discorso di Nicholas Serota durante la cena del nuovo comitato di CRT
Il discorso di Nicholas Serota durante la cena del nuovo comitato di CRT

FONDAZIONE CRT: GLI OBIETTIVI

Le sfide maggiori messe in conto per questo nuovo inizio sono due: quella di supportare il sistema dell’arte contemporanea locale e regionale, ampliando le iniziative di didattica, formazione, comunicazione e eventi di rete; e quella di accrescere la collezione di CRT, con la finalità di rendere le opere disponibili al comodato per gli spazi di Castello di Rivoli e GAM Galleria di Arte Moderna e offrire al pubblico una programmazione museale dinamica. La Collezione, ad oggi, comprende oltre 850 opere di 212 artisti, per un investimento complessivo di circa 40 milioni di euro. Attendiamo quindi l’apertura di Artissima per scoprire quali saranno le prossime acquisizioni (ve ne avevamo parlato qui in precedenza) promosse da questo rinnovato comitato.

-Giulia Ronchi

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.